Antropocentrismo e medicina

Pubblicato il Pubblicato in Maurizio Miglietta, n. 9 Scienze Sociali - Argomenti

Scienze Sociali – In questo saggio ci si vuole soffermare sulle tematiche poste in essere da un approccio sistemico e olistico antropologico. La persona e i saperi sono messi in stretta relazione da una visione non dualistica, da una interpretazione della totalità della natura e della totalità della persona. Ombretta Franco rende noto come …

La cura di Salvatore Iaconesi

Pubblicato il Pubblicato in Anna Maria Di Miscio, n. 5 Comunicazione e Media

Comunicazione e Media Digitali – Salvatore Iaconesi, laureato in ingegneria Robotica (BEng, Robotics and Automatics Engineering) e specializzato in architettura e design tecnologico, già project coordinator per Telecom, HG3, Ericsson, Siemens, IRES, Brainwave, e visiting Professor presso l’Università degli Studi di Roma La Sapienza, è Presidente di FakePress

Le piante simboliche tra terapie, alterazioni, danze

Pubblicato il Pubblicato in Massimo Canevacci, n. 0 Antropologia Medica

Antropologia Medica – Il pajé. Nelle culture indigene brasiliane, ogni aldeia (villaggio) ha il suo cacique – che è come sindaco che decide insieme a tutti gli anziani – e il suo pajé, che era l’autorità più prestigiosa: lo shamano. È lui che si ascolta su ogni cosa, anche su tutto quello che riguarda la salute.

Ripensare il corpo, Antropologia dal corpo, Antropologia del corpo. Thomas Csordas, Nancy Scheper Hughes, Ivo Quaranta

Pubblicato il Pubblicato in Anna Maria Di Miscio, n. 1 Antropologia del Corpo

Antropologia del Corpo – Il corpo, la salute e la malattia sono al nostro sguardo realtà di per sé evidenti, ma sono anche e soprattutto costruzione sociale prodotta e riprodotta in campi sociali che chiudono solo momentaneamente l’esperienza dell’essere-avere un corpo in una definizione sempre parziale e mai definitiva.

Welfare e politiche sociali

Pubblicato il Pubblicato in Giorgio Banchieri, n. 0 Antropologia Medica

Antropologia Medica – SistemI Sanitari – Per comprendere la centralità del tema dell’integrazione tra sanità e sociale nell’ambito delle politiche del welfare in Italia è bene soffermarsi sui processi di cambiamento in atto sia a livello economico e sociale e sia a livello della percezione che i cittadini hanno delle trasformazioni in atto. In particolare i cambiamenti nella struttura sociale del Paese comportano l’affermazione di una idea diversa del corpo sociale e dei suoi bisogni. La globalizzazione ha indotto una accelerazione dei processi di cambiamento nel tessuto sociale e produttivo del nostro Paese.

Da Kleinman a Farmer: dall’esperienza soggettiva della malattia alla malattia come incorporazione della sofferenza sociale

Pubblicato il Pubblicato in Anna Maria Di Miscio, n. 0 Antropologia Medica

Antropologia Medica – In questo saggio breve cercherò di delineare il passaggio maturato in Antropologia Medica dalla dimensione della illness narrative, la rappresentazione dell’esperienza soggettiva della malattia, all’esplicitazione del significato sociale dell’esperienza di malattia, delle dinamiche politiche ed economiche che condizionano e limitano l’accesso alle cure.

Epilessia e cultura psichiatrica: da Ippocrate a Freud

Pubblicato il Pubblicato in n. 0 Antropologia Medica, Teresa Iannaccone

Antropologia Medica – Quando, nel secolo scorso, si è cominciato a guardare all’epilessia da un punto di vista più specificamente medico, essa è divenuta oggetto di studio soprattutto da parte degli psichiatri, sulla base di un interesse fortemente permeato di cultura positivistica. Più o meno consciamente, gli studiosi dell’epoca hanno riesumato gli antichi pregiudizi e pertanto la considerazione dell’epilettico non ha mutato il connotato negativo.