Anna Irene Cesarano

Pubblicato il Pubblicato in Anna Irene Cesarano, Indice degli autori

Anna Irene Cesarano è dottoranda all’Università degli studi di Napoli Suor Orsola Benincasa, XXXIV ciclo “Sugli ambiti di interazione e integrazione tra le scienze umane e le tecnologie avanzate. Humanities and Technologies: an integrated research path”. Da sempre appassionata alla scrittura è Giornalista pubblicista presso l’Ordine dei giornalisti della Campania. Si occupa di svariati temi […]

Call papers

Pubblicato il Pubblicato in News and Events

Rivista di Scienze Sociali – quadrimestrale a carattere scientifico inserito negli elenchi Anvur area 13 – ha aperto una call papers su tre aree tematiche. Entro e non oltre i termini di presentazione di seguito indicati laureati, docenti e dottori di ricerca potranno inviare uno o più contributi pertinenti alle aree tematiche: INFANZIA E ADOLESCENZA […]

Eroi criminali e processi comunicativi-relazionali nell’ industria culturale.

Pubblicato il Pubblicato in Francesco Perrone, n. 20 Riflessioni 4.0

BuoncompagniGiacomo* Vi è una forte percezione di insicurezza nel nostro Paese in seguito a vari fenomeni come terrorismo, immigrazione, disoccupazione, una crisi economica che non sembra mai avere fine, terremoti e nessuna istituzione sembra avere per ora i giusti strumenti ed un adeguato piano politico-economico per far ristabilire un livello accettabile di sicurezza sociale o […]

Le mani: un topos visuale occidentale

Pubblicato il Pubblicato in Francesco Perrone, n. 20 Riflessioni 4.0

Abstract L’articolo che segue, partendo da considerazioni generali sulla comunicazione e sulla sua eccessiva specializzazione in branche e settori, sviluppa un breve discorso sulla “iconografia della mano”, capace di contaminare olisticamente ampi spazi della comunicazione visuale contemporanea. Alcuni equivoci sulla (società della) comunicazione We will leave the village behind, merrily, you and I, tramp it […]

Comunicazione e violenza nel terrorismo contemporaneo

Pubblicato il Pubblicato in Giacomo Buoncompagni, n. 20 Riflessioni 4.0

Una lettura sociologica del fenomeno Generalmente la storia ci ha rappresentato la violenza come la risultante di un conflitto tra individui o gruppi. Il sociologo e criminologo americano Randall Collins (2008), dopo il tragico attentato dell’11 settembre negli Stati Uniti, formulò un nuovo paradigma della violenza, quello di “violenza contemporanea”, prendendo proprio l’11 settembre come […]

Social Network society

Pubblicato il Pubblicato in Anna Irene Cesarano, n. 20 Riflessioni 4.0

I network digitali non possono essere descritti come un medium o una semplice infrastruttura, siccome al loro interno hanno tutta la complessità di un sistema sociale. Tale sistema è ciò che noi chiamiamo società digitale (Granieri, 2006). Partendo da questa affermazione di Giuseppe Granieri tratta dal suo libro La società digitale, che condensa tutto il […]

Prof. Massimo Canevacci

Pubblicato il Pubblicato in Direzione, Indice degli autori, Massimo Canevacci, Redazione

Direttore Editoriale – Docente di Antropologia Culturale presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, via Salaria 113, 001999, Roma 1. Elenco dei titoli: 2008 Docente di Antropologia Culturale presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione – Università di Roma “La Sapienza” (dal 2001) 2008    Docente di Arte e Culture Digitali presso la Facoltà […]

Dott.ssa Giuseppina Santino

Pubblicato il Pubblicato in Redazione

Formazione Laurea specialistica in Scienze del linguaggio e Scrittura creativa, Spagnolo – Inglese – Linguistica – Scrittura Creativa – Tecniche espressive -Glottodidattica 2007 – 2010 Laurea triennale in Lingue e Tecniche per la comunicazione, Inglese – Spagnolo – Letteratura – Comunicazione – Informatica – Tecniche Espressive 2003 – 2007 Esperienze professionali Business Intelligenze and Digital […]

Dott.ssa Consolata Santino

Pubblicato il Pubblicato in Redazione

Mediatrice familiare professionista – socia qualificata A.I.Me.F. n. 2031 operante nell’ambito delle prerogative di cui la legge n. 4/2013 – mediatrice civile e commerciale, docente di Master in Mediazione familiare e formatrice di mediatori tra pari. Si laurea in Giurisprudenza il 14 maggio del 2011 presso l’Università degli Studi di Foggia, nel 2013 consegue il […]

Dott.ssa Anna Maria Di Miscio

Pubblicato il Pubblicato in Anna Maria Di Miscio, Direzione, Indice degli autori, Redazione

Direttrice Responsabile – Laureata in Sociologia con voto 110/110 e tesi di laurea in Antropologia del Corpo, ha conseguito tre diplomi di master: Editoria 2.0, Management delle PA (sanità), Antropologia Culturale delle società complesse. Giornalista iscritta nell’elenco speciale dell’ODG, è Direttrice Responsabile di “Rivista di Scienze Sociali”. Ha, inoltre, maturato una notevole esperienza nell’editing di […]

El mal de Chagas tra i Qom nel Nord Argentina

Pubblicato il Pubblicato in n. 19 - Corpi e identità dall'Antropologia alla Biomedica all'arte

Analisi sociale, politica e culturale della malattia     Chiara Carraro No estalla como las bombas, ni suena como los toros, como el hambre mata callando. Como el hambre mata a los callados: a los que viven condenados al silencio y mueren condenados al olvido. Tragedia che no suena, enfermos que no pagan, enfermedad que […]

Bioetica sociologica e sociologia della bioetica

Pubblicato il Pubblicato in n. 19 - Corpi e identità dall'Antropologia alla Biomedica all'arte, Riccardo Campa

La svolta empirica e la questione della fallacia naturalistica     Riccardo Campa   Abstract L’articolo espone le ragioni per cui la bioetica può giovarsi di un allargamento del suo approccio interdisciplinare ai metodi delle scienze sociali e, in particolare, della sociologia. Non mette in questione la legittimità degli studi di impianto puramente assio-normativo, ma […]

Adolescenti e cannabis

Pubblicato il Pubblicato in Anna Paola Lacatena, n. 19 - Corpi e identità dall'Antropologia alla Biomedica all'arte

Giovani testimoni non accompagnati     Anna Paola Lacatena L’adolescenza non è una malattia ma una stagnazione della vita. Fatta di turbolenza e di stagnazioni, di azioni che si esauriscono in gesti, di progetti che rimangono sogni. L’adolescenza termina ma non passa mai. La sua memoria o il suo strascico si prolungano nelle grandi tappe […]

Possessione e malattia in epoca prescientifica

Pubblicato il Pubblicato in n. 19 - Corpi e identità dall'Antropologia alla Biomedica all'arte, Teresa Iannaccone

 Un viaggio transculturale   Teresa Iannaccone In epoca prescientifica la rielaborazione della malattia e della morte è vissuta come un rito collettivo, cioè un atto sociale che circoscrive, distrugge e si risolve. La realtà della natura, la sua oggettività, la sua materialità sono un prodotto del razionalismo della conoscenza. L’ uomo era figlio non succube […]

Sexing the bodies

Pubblicato il Pubblicato in n. 19 - Corpi e identità dall'Antropologia alla Biomedica all'arte

Doppi sessuali, ibridi e innesti nell’immaginario postumano     Francesca Testi 1. Umano, troppo umano Manichini sventrati e poi ricomposti, uno con testa maschile ma con organi sessuali femminili e bene in vista, l’altro con delle salsicce che fuoriescono dalla vagina: in realtà sono immagini ben poco sessuali che tuttavia rimandano a un senso di […]

Il caso del campo rom di Cosenza

Pubblicato il Pubblicato in Mario Campanella, n. 19 - Corpi e identità dall'Antropologia alla Biomedica all'arte

L’integrazione possibile e le inclusioni mancate     Mario Campanella   Abstract: Il campo rom di Cosenza è uno dei più importanti del Sud italiano per ampiezza e dimensione qualitativa. E’ stato effettuato un lavoro di rilevazione su venti giovani, età 15-18 anni, divisi per sesso. Dall’analisi del sondaggio è emersa la difficoltà di percepire […]

La r-esistenza dei Mapuche

Pubblicato il Pubblicato in n. 19 - Corpi e identità dall'Antropologia alla Biomedica all'arte

Creatività come forma di pensamento   – Veronica Leccese – In che modo si articola il potere e cosa spinge le persone a resistere? La concezione foucaultiana di politica offre nuovi stimoli alle riflessioni antropologiche sull’importanza del condizionamento sociale (che avviene con la creazione di categorie quali indigeno, aborigeno, nero ecc.): il potere è onnipresente, […]

Credere: Intervista a Nina

Pubblicato il Pubblicato in Davide Nicola Carnevale, n. 19 - Corpi e identità dall'Antropologia alla Biomedica all'arte

Passato sovietico e vissuto religioso di una badante a Bologna Davide Nicola Carnevale –    San Basilio il Grande è una piccola chiesa edificata nel Quattrocento, ortodossa da circa quaranta anni. Sul portone, sotto uno dei tanti portici del centro di Bologna, sono affissi una targa e gli orari delle prossime celebrazioni; due fogli affiancati, in […]