Antropologia critica – La soglia io/altro, identità e culture

Pubblicato il Pubblicato in Anna Maria Di Miscio, n. 10 Limen - Bodyscape tra gentrification, anomie e culture

Anna Maria Di Miscio – L’identità è la forma che la cultura assume nel momento in cui entra a far parte del sistema di riferimento del soggetto. Non c’è cultura, dunque, non incarnata in identità, e non c’è identità che non sia (in)formata da processi culturali. La mente individuale è, di fatto, una tra le tante incarnazioni possibili della cultura.

Sensemaking: un approccio cognitivo alle identità e alle culture organizzative

Pubblicato il Pubblicato in n. 3 Identita Culture Migrazioni, Raffaella Delbello

Le implicazioni del sensemaking sono strettamente connesse sia alle spinte conservatrici che a quelle innovatrici, sia alle spinte manipolative che a quelle rivelatrici, e la bontà di ogni risultato raggiunto da un’organizzazione dipende, di fatto, dal criterio per determinarne l’efficacia che viene adottato in sede di valutazione.