0

28 novembre 2012

Emittenti locali e differenze di genere

image

Progetto promosso dalla Commissione Pari Opportunità Regione Puglia e dal CO.RE.COM. Puglia

Hanno collaborato:
Magda Terrevoli – Presidente Commissione Pari Opportunità Regione Puglia
Gianna Mazzini
Maria Pasanisi
Maria Giovanna Turturo

Si ringrazia per la preziosa collaborazione:
Domenico Giotta – Direttore CO.RE.COM. Puglia
Nunzia Bernardini – Componente Commissione Pari Opportunità Regione Puglia

Introduzione di Magda Terrevoli
(Presidente Commissione Pari Opportunità Regione Puglia)

 

 

Quanto mi commuovono le donne!
Perché una metà del genere umano
si è fatta carico di un fardello così pesante,
mentre l’altra metà non fa nulla?
(Marcela Serano )

Anni ostili per le donne italiane. Accanto a una ostentata parità formale, normata e sostenuta dalla Costituzione Italiana, accanto ai dati sempre più lusinghieri di eccellenze femminili in settori strategici dell’economia, della cultura, dell’istruzione, della ricerca, accanto alla sollecitazione a introdurre professionalità femminili all’interno dei consigli di amministrazione in quanto fattore di crescita aziendale, accanto a tutto questo, le donne italiane subiscono quotidianamente, nei media, una rappresentazione violenta e profondamente pornografica di sé.

La violenza dei messaggi pubblicitari trasforma i corpi femminili in oggetti di desiderio, modifica la loro fisicità rappresentandole come bambole erotiche o la cancella definitivamente. Cosa possono leggi e buone prassi contro tutto questo? Le donne sono volutamente deformate attraverso un’azione capillare e permeante nelle televisioni, nei giornali, nelle pubblicità. Ma se questo è il lato più evidente della discriminazione noi abbiamo deciso di indagare il lato più nascosto, ma non per questo meno pericoloso.

L’indagine osserva l’aspetto apparentemente neutro, quello della rappresentazione femminile nell’informazione dei telegiornali e dei programmi di approfondimento. L’intento che ci ha spinto è stato quello di verificare quanto nella cultura italiana un individuo (maschio) prevale su un altro e un cultura (maschile) sottomette un’altra (femminile) e, attraverso una precisa traccia statistica, quanto nella comunicazione televisiva si utilizza il concetto di neutro per giustificare immagini e parole del sapere maschile.

A sostegno della nostra tesi una ricerca particolarmente interessante e innovativa dell’università Bocconi di Milano ci ha offerto una chiave di lettura utile allo svelamento del neutro nei messaggi televisivi. Tale ricerca ha esaminato la diffusione e l’influenza delle telenovelas, trasmesse dal canale televisivo brasiliano Rete globo, nella vita delle donne brasiliane. I primi dati statistici esaminati sono stati gli spazi e i tempi della loro diffusione, anche in relazione all’espansione graduale delle antenne che trasmettevano il segnale televisivo.

Le telenovelas analizzate raccontavano la vita di famiglie ricche e del bel mondo brasiliano, famiglie ben diverse nella loro composizione da quello delle loro spettatrici: agiate, eleganti e con un numero molto più basso di figli. Cosa hanno scoperto i ricercatori? Quando la telenovela arrivava in una nuova zona del Brasile e conquistava il mercato televisivo, il tasso di natalità di quella zona scendeva molto.

Di fatto, le donne brasiliane che guardavano questa telenovela, raggiunta una certa età, assumevano il modello e lo stile di vita delle protagoniste, viceversa, nelle zone non ancora raggiunte dal canale la crescita demografica rimaneva costante. Un programma televisivo ha modificato i comportamenti delle spettatrici: risultato straordinario in un Paese che non ha mai messo in atto politiche di controllo delle nascite.

La ricerca condotta attraverso le rilevazioni statistiche è difficilmente confutabile e offre per la prima volta una documentata dimostrazione di quanto i media incidano nella costruzione dell’identità dello spettatore e conferma che l’influenza della TV incide molto più di tante politiche sociali. Quello che non fa la politica può farlo una comunicazione mirata. Il lavoro che segue ha voluto percorrere la stessa strada anche se in forme e contenuti diversi: esplorare i luoghi dell’informazione e osservare la rappresentazione della figura femminile sia nel suo ruolo professionale di divulgatrice dell’informazione, sia quando la donna figura come oggetto nella rappresentazione della notizia. I risultati ci aprono scenari futuri in cui si rende necessario un intervento che porti gli organismi di informazione a dotarsi degli strumenti necessari, affinché siano sdoganate, anche in quest’ambito, nuove rappresentazioni femminili coerenti con i cambiamenti in atto.

Premessa

Il tema della rappresentazione di genere è quanto mai attuale in un momento come questo, in cui si dibatte su più fronti sull’impiego dell’immagine femminile, utilizzata nelle sue più aberranti forme, sia per fare audience, sia per fini squisitamente commerciali. La questione della rappresentanza e della rappresentazione di genere nei programmi televisivi è un tema di ricerca e di riflessione che vuole scavare in un ambito che è, ormai, materia di studio di femministe e teorici della comunicazione di massa da più di mezzo secolo e oggetto di normative internazionali e nazionali da quando, nel 1995, la Piattaforma di Azione della IV Conferenza mondiale delle donne a Pechino ha individuato – tra gli altri – due obiettivi strategici:

1. accrescere la partecipazione delle donne e permettere loro di esprimersi e accedere ai processi decisionali nei media

2. promuovere un’immagine equilibrata e non stereotipata delle donne nei mass media

Tali obiettivi prendono ancora più forza e consistenza grazie alla nascita dell’Osservatorio europeo sulle rappresentazioni di genere (Febbraio 2011), messo a punto dall’Osservatorio di Pavia che ha il  compito permanente di monitorare la visibilità delle donne e degli uomini in 15 testate giornalistiche televisive di Italia, Francia, Germania, Inghilterra e Spagna. Esiste una base di riferimento di rilevazione quantitativa offerta dal Global Media Monitoring Project (GMMP), progetto che ha lo scopo di studiare come le donne e gli uomini sono rappresentati nell’informazione. Nato nel 1995, in occasione della conferenza internazionale Women Empowering Communication (Bangkok 1994), il progetto si collega direttamente all’obiettivo strategico della Piattaforma di Azione approvata dalle Nazioni Unite. Edizioni successive del monitoraggio si sono svolte anche in Italia nel 2000 e 2005.

Si dice spesso che i media sono riflesso della società, ma il monitoraggio svolto nel 2005 ha dimostrato chiaramente che le donne sono praticamente inesistenti nelle notizie dei media: nelle notizie di tutto il mondo, 4 persone su 5 (79%) erano uomini e comunque solo il 10% delle notizie aveva come personaggio principale una donna. Fra i dati relativi all’Italia, emersi dall’edizione GMMP 2005:

» la rappresentazione delle donne nelle notizie, come persone protagoniste delle storie raccontate o come persone intervistate a vario titolo, si attesta al 14%;

» le donne sono incluse soprattutto in articoli o servizi relativi a Criminalità e Violenza;

»le donne risultano meno rappresentate sotto il profilo professionale o di status sociale rispetto agli uomini;

»la presenza delle donne giornaliste è paritaria, se non leggermente maggiore; ciononostante il giornalismo femminile non sembra favorire la rappresentazione delle donne.

In occasione della quarta edizione del GMMP, (2009 – 2010) in cui sono stati coinvolti ben 127 paesi di tutti i continenti, l’Osservatorio di Pavia, che insieme all’Università di Padova ne segue il coordinamento, ha promosso un progetto pilota focalizzato sul monitoraggio delle TV locali da realizzare contestualmente al monitoraggio internazionale. Il progetto, proposto a tutti i Co.Re.Com. d’Italia, è stato accolto e finanziato dai Comitati per le Comunicazioni di quattro Regioni: Abruzzo, Calabria, Lombardia e Veneto. La direzione internazionale del GMMP ha accolto con grande entusiasmo questo progetto pilota, sia promuovendolo via internet, sia stimolando gli altri paesi aderenti al GMMP a implementarlo sul loro territorio.

Il progetto “Emittenti locali e differenze di genere”, attuato dal CORECOM Puglia, pone le sue basi su queste premesse e ha l’obiettivo di rilevare come le emittenti pugliesi riescono a far transitare attraverso l’informazione modelli coerenti con la nuova identità di genere o, al contrario, continuano a veicolare una rappresentazione ispirata a modelli e stereotipi che condannano la figura femminile alla marginalità. Questo rapporto illustra i principali risultati del monitoraggio condotto in Puglia su 6 emittenti locali nelle giornate del 14 e 15 Novembre 2010.

Sarà interessante confrontare i risultati anche con i dati internazionali, oltre che con quelli delle regioni italiane che hanno già effettuato tale sperimentazione, al fine di allineare e far convergere strumenti e pratiche maturati altrove nei contesti   locali, in un’ottica di informazione che sia sempre più attenta e orientata al genere e sappia alimentare nei media una maggiore consapevolezza di quanto siano determinanti nella costruzione di ruoli sociali delle donne e degli uomini.

Metodologia della ricerca

La metodologia che abbiamo selezionato per questa ricerca sul campo è quella già utilizzata nel Global Media Monitoring Project.

Il campione d’indagine. L’analisi è stata svolta sui notiziari trasmessi da 6 emittenti televisive pugliesi,  scelte in accordo con il CORECOM, più rappresentative rispetto al bacino di utenza in termini di audience e rappresentanza territoriale.

Le emittenti analizzate sono:

ANTENNA SUD – Bari

STUDIO 100 – Taranto

TRCB – Ostuni (BR)

TELEFOGGIA srl – Foggia

TELENORBA – Conversano (Ba)

TELERAMA srl – Lecce

La fascia oraria in cui è stato effettuato il monitoraggio è quella che va dalle 19 alle 24, mentre l’ambito scelto è quello dei notiziari e dei programmi di approfondimento a essi collegati. La scelta della fascia oraria è motivata dalla necessità di verificare, negli orari in cui le notizie sono fruite sia da donne che da uomini, come viene veicolata l’informazione, di analizzare la presenza di stereotipi di genere e il destinatario a cui essa è rivolta.

L’arco temporale di osservazione selezionato: due giornate, di cui una festiva, in modo da verificare l’andamento dell’informazione sia nei giorni feriali che in quelli festivi.

Lo schema di analisi proposto è il seguente:

VERIFICA DELLA PRESENZA DI F/M NEI CDA DI CIASCUNA EMITTENTE E SULLA CONDUZIONE

•          Verifica presenza di giornalisti e giornaliste

•          Età di conduttori e conduttrici

•            Tematiche attribuite a giornalisti e giornaliste

•            Presenza di inviati e inviate

•            Attribuzione servizi per genere

LA NOTIZIA

Categorizzazione della notizia in:

•            criminalità e violenza

•            economia

•            questioni sociali e giuridiche

•            personaggi famosi, Arti e media

•            scienza e salute

•            politica e governo Il contesto di pertinenza:

•            locale

•            nazionale

•            estero L’analisi:

•            Genere per notizia (di chi si parla/chi viene intervistato)

•            Funzione del soggetto della notizia

GLI STEREOTIPI:

Analisi standardizzata secondo lo schema denominato GEM (Gender and Media), sviluppato per il Southern African Gender and Media Baseline Study, che prevede una classificazione delle notizie per quattro tipologie rilevanti nella rappresentazione di genere veicolata dai media:

Stereotipi palesi:

•          notizie nelle quali le donne sono presentate in ruoli stereotipati come vittime o oggetti sessuali;

•          notizie che usano un linguaggio o immagini visive che denigrano le donne;

•          notizie che banalizzano le conquiste delle donne;

•          notizie che glorificano o giustificano la violenza maschile;

•          notizie che mettono in ridicolo gli uomini in ruoli “non tradizionali”;

•          notizie nelle quali gli uomini sono presentati in ruoli stereotipati come grandi imprenditori o leader.

Stereotipi sottili:

•          notizie che rinforzano le nozioni delle donne nei ruoli domestici e gli uomini più in quelli pubblici;

•          notizie nelle quali le donne sono presentate in relazione a rapporti interpersonali che non hanno nessuna importanza per la narrazione (per esempio una donna ministro indicata come la moglie di qualcuno);

•          notizie che contengono ipotesi non dichiarate sui ruoli delle donne e degli uomini (per esempio, una donna di successo che è “comunque una buona moglie”);

•          notizie che veicolano credenze stereotipate

•          notizie le cui fonti si limitano soltanto agli uomini o solo alle donne (e quindi trasmettono l’idea che questo tema è rilevante solo per la metà della popolazione).

Occasioni mancate / Genere “nascosto”:

•          notizie nelle quali vi è una mancanza di equilibrio di genere (e quindi diversità) nelle fonti, con la conseguenza che viene data una sola prospettiva su una tematica (molte notizie si riferiscono alla “gente”, in molti di questi riferimenti vi è un presupposto nascosto, che la “gente” è di sesso maschile);

•          notizie che mancano di una prospettiva di genere in tematiche quotidiane come le elezioni o gli affari, deprivando queste notizie di una prospettiva nuova e interessante (per esempio, una notizia sulla disoccupazione nazionale che non riesce a prendere in considerazione l’impatto differenziale su donne, uomini e famiglie).

Genere “consapevole”:

•          notizie che sfidano gli stereotipi e promuovono il dibattito su questioni di genere d’attualità nella prospettiva dei diritti umani, come per esempio donne pilota o uomini che dispensano cure.

•          notizie che hanno un equilibrio di genere nelle fonti, dimostrando diverse prospettive/impatti sulle donne e sugli uomini, anche attraverso l’uso di dati disaggregati per genere (per esempio, quante donne e uomini ricevono certi tipi di sovvenzioni, che uso ne fanno e perché i tagli possono avere specificità di genere)

•          notizie che riguardano la disuguaglianza fra donne e uomini; strutture, processi; campagne per promuovere l’uguaglianza di genere come il “tetto di cristallo” in certi tipi di occupazione.

EMITTENTI ANALIZZATE

ANTENNA SUD SpA

Presidente: Fabrizio Lombardo Pijola

Direttora responsabile: Annamaria Ferretti

Vicedirettora: Cristiana Cippone

Redazione: giornalisti / pubblicisti: 15 persone  DM7

Età media:  D38  M42

TELERADIOCITTA’BIANCA OSTUNI Srl

Direttore Vitantonio Saponaro (80 anni)

Giornalisti/pubblicisti Tot. 10  DU5

Età media (dato complessivo): 8 persone tra 25-29 anni, 2 persone tra 40-50

Tipologia e composizione societaria: Società composta da 2 persone di cui 1 Amministratore (uomini).

TARANTO STUDIO 100 TV

Amministratore unico Gaspare Cardamone

Vicedirettore: Angelo Caputo |

Direttore Tecnico: Ugo Briganti

Direttore responsabile Walter Baldacconi

Giornalisti /pubblicisti Tot. 23  D13  M10

Età media: D33  M41,5

TELEFOGGIA Srl

Direttore Carmine Troisi

Giornalisti/pubblicisti Tot. 12 ..DU9

Età media (dato complessivo): 32-33 anni

Tipologia e composizione societaria: SRL Amministratore unico Uomo

TELENORBA – Conversano

Presodente: Luca Montrone

Redazione giornalisti/pubblicisti:  D26  U26

Età media: Dato non disponibile

TELERAMA LECCE Srl

direttore responsabile :Massimo Persano

Redazione giornalisti/pubblicisti: 35 persone  D21  M14

Età media:  D33,5  M35

 

ANALISI DELLE EMITTENTI

EMITTENTE TELEVISIVA ANTENNA SUD – BARI

Presentazione dei notiziari a cura di una giornalista con attribuzione delle informazioni specifiche ad inviati/e.

14 NOVEMBRE

1.  Azione del Presidente Vendola per il piano di rientro sanitario pugliese

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: Locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Presidente del Consiglio

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente. La notizia riguarda una lettera inviata da Vendola ai Ministri Tremonti, Fazio e Fitto per sbloccare la situazione della sanità pugliese. Viene inquadrata come partecipante all’incontro l’Assessora Regionale Gentile, come unica testimonianza di autorevole presenza femminile.

2. Scandalo su fondi pubblici australiani relativi a investimenti in Puglia

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: Internazionale/Locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio/Femmina

Funzione del soggetto: Deputato australiano e moglie

Tipologia stereotipi presenti: Stereotipi palesi. La notizia è che un deputato australiano è accusato di aver favorito investimenti in Puglia, perché la sua “avvenente moglie” è di origini pugliesi, e pertanto non è stato facile per lui “dire di no alla sua dolce metà”. La donna in questione (non si sa bene da chi) è stata eletta “la pugliese-australiana dell’anno”.

Notizia in perfetto stile gossip in cui si punta essenzialmente al ruolo di “ammaliatrice” della donna che veicola, grazie al suo fascino, finanziamenti dall’Australia alla Puglia.

3. Presentazione libro di Fausto Bertinotti presso Libreria Feltrinelli

Area tematica: Cultura/Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Autore libro/Politico nazionale – Presidente Regione Puglia

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente

4. Manifesto politico “La Puglia per Vendola”

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Presidente Regione

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente.

5.Necessità di verifiche all’interno della maggioranza di governo

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Assessore regionale Ambiente

Tipologia stereotipi presenti: Genere consapevole. Nel servizio vengono inquadrate due donne, passeggere del treno che conversano con l’Assessore sulla situazione dei tagli ai trasporti pugliesi. Tale prospettiva include anche le donne come destinatarie del servizio.

6. Smaltimento rifiuti speciali campani

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Assessore Regionale Ambiente/Onorevole Italia dei Valori

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Nel servizio viene fatto un riferimento alla Ministra dell’Ambiente, declinandolo al maschile.

7. Trasloco reparto Oncologico di Bari

Area tematica: Sanità

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: //

Funzione del soggetto: //

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Il linguaggio utilizzato è declinato al maschile: “i pazienti”, “i residenti”.

8. Calendario eventi del teatro Petruzzelli

Area tematica: Cultura

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Sindaco di Bari

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente.

9. Omicidio Avetrana

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Femmina

Funzione del soggetto: Imputata e madre dell’imputata

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente.

10. Parere Vendola su rottura PDL/Fini

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Presidente Regione

Tipologia stereotipi presenti: Genere consapevole. All’interno della notizia viene dato un passaggio su quanto rilasciato nel corso di un’intervista dall’On. Tatarella, intervistato dalla Direttora (chiamata correttamente declinando la carica al femminile) dell’emittente.

11. Dissidio tra Fondazione Petruzzelli e Provincia

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Uomo

Funzione del soggetto: Presidente Provincia di Bari

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente. La notizia riguarda la non erogazione di fondi da parte della Provincia in mancanza di un proprio rappresentante all’interno del CDA della Fondazione Petruzzelli.

12. Corso di alta formazione per i nuovi direttori generali delle ASL

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Presidente Regione

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto/consapevole. Al di là del linguaggio che si utilizza “candidati, “direttori”, “i partecipanti”, viene fornito il dato che su 33 nomine, 4 sono conferite a donne.

15 NOVEMBRE

13. Confisca suoli Punta Perotti: restituzione ai proprietari

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia:

Funzione del soggetto:

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente. Viene ripercorsa la storia della confisca e abbattimento dell’ecomostro.

14. Conferenza stampa da Roma del Sindaco di Bari su decisione su Punta Perotti

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Sindaco Bari

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente

15. Scandalo Sanità ASL Brindisi

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschi/Femmine

Funzione del soggetto: Dipendenti ASL

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Utilizzo di linguaggio non neutro (“i pazienti, infermieri, medici…”).

16. Omicidio di Avetrana

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Femmina

Funzione del soggetto: Madre e sorella dell’imputata.

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. La notizia si sofferma sullo stato d’animo dell’imputata dandone un’immagine di donna poco stabile emotivamente.

17. Condanna Sindaca di Taranto Di Bello e del suo staff per bancarotta del Comune

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Femmina/Maschio

Funzione del soggetto: Sindaca e funzionari comunali

Tipologia stereotipi presenti: Genere consapevole. Utilizzo di linguaggio di genere.

18.Carenza di personale nella nuova struttura oncologica di Bari

Area tematica: Sanità

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Assessore alla Sanità – Presidente Consiglio Regionale – Onorevole (maschio) del PDL

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente. Si rileva comunque la presenza e quindi il rilascio di interviste, solo da soggetti maschili.

19.Sciopero contro lo stop alle internalizzazioni nella sanità di lavoratori di cooperative.

Area tematica: Sanità

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Sindacalista – Presidente Comitato Sanità Altamura

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente. Si rileva comunque la presenza e quindi il rilascio di interviste, solo da soggetti maschili

20.Maxi emendamento finanziaria relativo ai tagli alle emittenti locali

Area tematica: Economia

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Direttore e Presidente Antenna Sud

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Si parla di presenza di validi operatori e tecnici, al servizio dell’emittenza privata, quindi con linguaggio non neutro, mentre le immagini di repertorio utilizzate sono relative ad operatrici impegnate al computer o ai telefoni, quindi con ruoli di minore rilevanza.

21.Presentazione di opuscolo, realizzato dall’On Pisicchio, sulla necessità del terzo polo

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Politico e autore dello scritto

Tipologia stereotipi presenti: Stereotipi sottili. La notizia investe la moglie dell’onorevole, in quanto, come riferisce l’onorevole, la realizzazione dell’opuscolo è partita da una idea della consorte. Questa, chiamata sig.ra Pisicchio e non con i suoi reali dati anagrafici, non compare nel servizio, pur avendo avuto, pare, un ruolo fondamentale.

22. Celebrazione dell’anno europeo della lotta contro la povertà e inclusione sociale

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Femmina

Funzione del soggetto: Assessora regionale politiche sociali

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Il ruolo dell’Assessora è sicuramente centrale nella notizia, ma questa, oltre ad essere rapidamente inquadrata, non ha alcun spazio di parola che viene invece data al parroco della diocesi di Andria.

23.Premio giornalistico ad Aldo Forbice

Area tematica: Cultura

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Giornalista

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Nella notizia si parla della decisione dei giurati, pur essendoci all’interno una donna della quale viene però fatta menzione.

24.Giornata mondiale del diabete

Area tematica: Sanità

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Medico

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Oltre ad utilizzare un linguaggio coniugato al maschile (“medici, infermieri, volontari”), l’unico interlocutore è un medico pur essendo presenti, nelle inquadrature dedicate al servizio, una prevalenza di personale medico femminile.

Seguono altre notizie flash a cura della conduttrice, che riguardano:

•            Autopsia di una donna ammazzata

•            Autopsia su uomo morto in ospedale in circostanza poco chiare

•            Presentazione di film celebrativo sui 150 anni dell’Unità d’Italia

•            Presentazione libro sui 150 anni dell’Unità di’Italia

•            Celebrazione dei 90 anni della morte dello scrittore Rodari

SINTESI

Le notizie presentate da Antenna Sud nelle due giornate prese in esame sono in totale 24. Il maggiore spazio di informazione viene dato a temi di politica e cronaca rispettivamente con 9 ed 8 notizie. Seguono: sanità (4), cultura (2), ed economia (1). La maggiore presenza di giornaliste si ha nelle notizie di cronaca con informazione affidata esclusivamente a donne e tematiche relative alla sanità (3 su 4). La presenza maschile più alta si ha invece nelle notizie che hanno a che fare con la politica. I soggetti della notizia sono prevalentemente maschili (14 su 24), mentre quelli femminili sono solo 5 suddivisi tra politica (2) e cronaca (3). In 3 notizie si parla di soggetti sia maschili che femminili, mentre in una non vi è un riferimento specifico a persone in quanto si parla del trasferimento dell’ospedale oncologico. L’ambito dell’informazione è esclusivamente locale/regionale. Le funzioni del soggetto della notizia sono sempre inquadrate in ruoli apicali (Presidente Regione, Assessore, Sindaco, etc.). Solo in 3 casi si fa riferimento a “persone comuni”: dipendenti ASL, madre e sorella dell’imputata dell’omicidio di Avetrana e ancora sempre riferito al medesimo fatto di cronaca si parla dell’imputata e della madre. Rispetto alla classificazione degli stereotipi, quelli maggiormente presenti appartengono alla categoria del “genere nascosto”. Delle 24 notizie, 10 sono classificate come “ininfluenti” dal punto di vista di categoria degli stereotipi in quanto sono informazioni relative ad accadimenti che vengono riportati in maniera sintetica dalla voce fuori campo e pertanto poco contestualizzabili e non analizzabili.

GLI STEREOTIPI DI GENERE NASCOSTO

Le 9 notizie classificate in questa categoria, hanno come filo conduttore il fatto di essere declinate, nella loro presentazione, con uso esclusivo del maschile plurale. Mancano quindi di una neutralità di genere che le rende squilibrate nella loro prospettiva.

Su 2 delle 9 notizie classificate viene inoltre oscurato il ruolo delle donne:

•            Celebrazione dell’anno europeo della lotta contro la povertà: il soggetto della notizia è l’Assessore Regionale alle Politiche Sociali che però non ha alcuno spazio, mentre l’intervista viene fatta al parroco della diocesi di Andria;

•            Giornata mondiale del diabete: le inquadrature dedicate al servizio riguardano in prevalenza personale medico femminile impegnato nella giornata di prevenzione, ma la parola viene data ad un uomo.

IL GENERE CONSAPEVOLE

Tra le notizie classificate in questa categoria nelle prime due (intervista della Direttora di Antenna Sud e il processo alla Sindaca di Taranto) viene utilizzato un corretto linguaggio di genere. Nella terza, che attiene ad una notizia relativa ai tagli sui trasporti pugliesi, vengono inquadrate anche due donne che conversano con l’assessore regionale in visita sui treni locali pugliesi per verificarne la reale situazione e, dunque, in tale maniera vengono individuate anche le donne come destinatarie dei servizi. C’è in realtà anche una quarta classificata con stereotipi misti genere nascosto/consapevole, in quanto nella prima parte della notizia viene utilizzato un linguaggio non neutro, ma il dato fornito nella notizia attiene anche a 4 donne nominate nei vertici della ASL.

STEREOTIPI PALESI

Una la notizia classificata come tale: La notizia è che un deputato australiano è accusato di aver favorito investimenti in Puglia, perché la sua “avvenente moglie” è di origini pugliesi, e pertanto non è stato facile per lui “dire di no alla sua dolce metà”. La donna in questione (non si sa bene da chi) è stata eletta “la pugliese-australiana dell’anno”. Notizia in perfetto stile gossip in cui si punta essenzialmente al ruolo di “ammaliatrice” della donna che veicola, grazie al suo fascino, finanziamenti dall’Australia alla Puglia.

STEREOTIPI SOTTILI

La notizia riguarda la realizzazione di un opuscolo, a cura dell’On. Pisicchio, sulla necessità di un terzo polo. L’informazione investe la moglie dell’onorevole, in quanto, a detta di Pisicchio, la realizzazione dell’opuscolo è partita da una idea della consorte. Questa, chiamata sig.ra Pisicchio e non con i suoi reali dati anagrafici, non compare nel servizio, pur avendo avuto, pare, un ruolo fondamentale.

GRAFICI DI SINTESI ANTENNA SUD -BARI

EMITTENTE TELEVISIVA TELE RADIO CITTA’ BIANCA – Ostuni

Presentazione dei notiziari a cura di una giornalista con attribuzione delle informazioni specifiche ad inviati/e.

1.Forum su Energia a cura del PD – Partecipazione On. Bersani

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Segretario di Partito

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Tavolo dei relatori con prevalenza di soggetti maschili. Unica presenza femminile la Vice Presidente della Regione che viene inquadrata solo per un istante mentre relaziona.

2.Sgombero di ROM da una palazzina a cura della Polizia Municipale di Brindisi

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Comandante Polizia Municipale

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Il Comune di Brindisi ha nella sua giunta una Assessora alle Politiche Sociali, trattandosi di un tema comunque pertinente a tale area, sia perché si tratta di soggetti svantaggiati sia perché è legato al tema della solidarietà, sarebbe stato corretto ascoltare tale soggetto al riguardo.

3.Episodi criminosi a Francavilla Fontana (Incendio auto ed abitazione)

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: //

Funzione del soggetto: //

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente. L’episodio viene riportato nei fatti con testimonianza di soggetti terzi.

4. Necessità di verifiche all’interno della maggioranza di governo

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: //

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Sindaco della Città di Brindisi

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Il servizio riguarda interamente un intervista telefonica al Sindaco Mennitti che, nell’illustrare gli accadimenti, usa linguaggio non neutro parlando di Consiglieri Comunali, pur essendoci, all’interno del Consiglio, 2 donne con tale funzione.

5.Crisi settore agricolo

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Assessore Agricoltura Comune di Brindisi

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente

6.Incontro sulla tutela dei soci della Banca Valle d’Itria

Area tematica: Economia

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Presidente UTELIT Consumi

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente

7.Situazione del Petrolchimico di Brindisi

Area tematica: Economia/Lavoro

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Segretario Nazionale UILCEM

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Unico soggetto femminile inserito nel servizio una donna della platea di bella presenza.

8.Dissesto stradale della zona industriale

Area tematica: Politica/Territorio

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: //

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Lavoratore

Tipologia stereotipi presenti: Stereotipi sottili. Le testimonianze raccolte sono unicamente quelle dei lavoratori. Vi sono inquadrature in cui compaiono anche lavoratrici, ma a nessuna di loro viene data la parola. Si racconta nel servizio, di una caduta occorsa ad una donna a causa del fondo stradale sconnesso e conseguente soccorso ad opera di uomini. La notizia presenta pertanto un ruolo femminile di vittima e di soggetto debole , veicolando credenze stereotipate.

9.Convegno su tematiche della scuola

Area tematica: Tematiche sociali

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: //

Soggetto della notizia: Femmina/Maschio

Funzione del soggetto: Presidente AIMC (donna) – Ordinario di Pedagogia

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente. Il mondo della scuola è notoriamente a connotazione femminile e pertanto il soggetto intervistato è donna, così come le inquadrature della platea, sono quasi esclusivamente al femminile. Previsto comunque un bilanciamento fra i relatori attraverso l’intervento del professore universitario.

10. Omicidio a Francavilla Fontana

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Uomo

Funzione del soggetto: Vittima

Tipologia stereotipi presenti: Stereotipi sottili. La notizia narra dell’omicidio di un ragazzo colpito per sbaglio da un malvivente. Oltre al ruolo centrale che questo soggetto ha ovviamente nella notizia, si narra di:

1. una donna che, trovatasi di passaggio sul posto dell’omicidio, per lo spavento ha perso il controllo della sua auto oltre ad avere un malore, senza che per fortuna fosse accaduto nulla di grave, (ininfluente ai fini della notizia citare un accadimento simile);

2. viene citato che il ragazzo vittima dell’agguato è figlio di una ragazza madre, e viene inquadrata la nonna, con cui il ragazzo viveva, presentando una scena di dolore femminile.

11.Sgombero di beni sequestrati alla SCU

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: //

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente. Viene riportata la notizia dell’accaduto e dell’intervento della magistratura sulla vicenda.

12. Evento “Giornata dello sviluppo sostenibile” presso Scuola Primaria di Brindisi

Area tematica: Sociale

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Femmina

Funzione del soggetto: Dirigente scolastica

Tipologia stereotipi presenti: Stereotipi sottili. Il linguaggio e la comunicazione usata nel descrivere l’evento non rispettano le differenze di genere. Il titolo dell’evento “I ragazzi nati per camminare e pedalare”, la dirigente utilizza per parlare delle classi coinvolte, il plurale maschile e riporta un’unica testimonianza riveniente da una osservazione fatta da un bambino.

13. Incontro tecnico di vertice sulla sicurezza

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Sottosegretario Ministero Interno

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. In un contesto in cui si parla di sicurezza, non viene fatto riferimento a misure che prevedano misure cautelativa per la popolazione e in particolare le donne maggiormente vittime di atti di violenza.

14. Cerimonia commemorativa dei marinai scomparsi in mare

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Comandante Marina Militare

Tipologia stereotipi presenti: Genere consapevole. Nonostante l’ambito sia a prevalente presenza maschile, si apprezza, nella dichiarazione del comandante un riferimento anche alle donne, oltre che agli uomini, che hanno sacrificato la propria vita sul mare.

15. Premio per la ricerca a giovane ostunese

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Ruolo Ricercatore premiato

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente.

NOTIZIE AMBITO CULTURALE

16. Festa del Folklore e musica popolare

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Maestro cartapestaio/Presidente tavolo nazionale musica popolare

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Presentazione di soggetti coinvolti nella manifestazione, sia come artigiani che come relatori, unicamente di sesso maschile

17. Presentazione libro a Locorotondo

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Attore/Autore del libro

Tipologia stereotipi presenti: Stereotipo sottile. Il Comune di Locorotondo ha all’interno della sua giunta una assessora alla Cultura ma non citata all’interno del servizio. Si intravedono al tavolo dei relatori 2 figure femminili ma non viene dato di sapere chi esse siano.

18. Festa del vino novello

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Presidente Cantina Vinicola, Associato di “Sviluppo e Lavoro”, Sindaco del paese.

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Soggetti della notizia unicamente maschili, linguaggio non neutro (“cittadini”).

19. Candidature a sindaco per prossime elezioni comunali a Locorotondo

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Candidato sindaco

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Il soggetto intervistato per circa 10 minuti afferma di essere in cerca di “amici che condividano questo percorso con lui”, parla di politiche per i cittadini, espone il suo programma di governo in cui non si fa cenno a politiche per la famiglia o a politiche di genere. Intervento di un consigliere comunale.

NOTIZIARIO ADN KRONOS

20. Tavola rotonda con il governo italiano per parlare delle politiche delle imprese e difficoltà degli imprenditori.

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: Nazionale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Misto con prevalenza maschile

Funzione del soggetto: Ministro Politiche Comunitarie (M) – Amm.Delegato Deloitte & Consulting (M) – Ministro Infrastrutture (M) – Amm. Delegato Ferrovie dello Stato (M) – Presidente Comitato Lombardo (F).

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Per quanto sia stata prevista una presenza femminile su 4 maschili, è interessante notare i tempi dati ad ognuno di loro:

Ministro Politiche comunitarie: 40 sec.

Amm. Delegato Deloitte: 15 sec.

Ministro Infrastrutture: 29 sec.

A.D. Ferrovie dello Stato: 15 sec.

Presidentessa Comitato Lombardo: 10 sec.

21. Incremento utilizzo videogame nelle famiglie

Area tematica: Sociale

Contesto di pertinenza: Nazionale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio/Femmina

Funzione del soggetto: Presidente Associazione – Ministra Pubblica Istruzione

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. I giochi rappresentati sono prevalentemente maschili (battaglie e partite di calcio). Se il gioco riguarda altre attività non esclusivamente a connotazione maschile, viene rappresentato un gruppo composto da ragazzi e ragazze che giocano insieme, lasciando presupporre che vada bene per entrambi i sessi.

22. Delegazione imprenditoriale in Arabia Saudita

Area tematica: Economia

Contesto di pertinenza: Nazionale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Misti

Funzione del soggetto: Ministro Affari Esteri – Ministro Svil.Economico – Presidente Confindustria (F).

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Viene data la parola solo al Ministro Frattini per 22 sec. Nonostante vi sia anche una alta carica femminile.

23. Celebrazioni per 1 150 anni della Unità d’Italia

Area tematica: Cultura

Contesto di pertinenza: Nazionale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Presidente Comitato Celebrazioni – Sottosegretario Beni Culturali.

Tipologia stereotipi presenti: Non vi sono particolari elementi discriminanti se non che non sono state previste presenze femminili.

24. Convegno su smaltimento rifiuti chimici

Area tematica: Ambiente

Contesto di pertinenza: Nazionale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Presidente Consiglio Nazionale dei Chimici – Presidente Ordine Interregionale dei chimici.

Tipologia stereotipi presenti: Non vi sono particolari elementi discriminanti se non che non sono state previste presenze femminili.

25. Incontro su sicurezza sul lavoro

Area tematica: Sociale

Contesto di pertinenza: Nazionale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Presidente ENEL – Amministratore Delegato ENEL

Tipologia stereotipi presenti: Non vi sono particolari elementi discriminanti se non che non sono state previste presenze femminili.

26. Conferenza stampa “Futuro e Libertà” -Presentazione candidati

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: Nazionale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Nuovi candidati del nascente partito

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Non vi sono riferimenti a candidate né simpatizzanti di sesso femminile del nascente partito.

27. Fiera ciclomotori – Crisi del settore

Area tematica: Economia

Contesto di pertinenza: Nazionale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: //

Funzione del soggetto: //

Tipologia stereotipi presenti: Stereotipi palesi. L’immagine femminile veicolata è quella della donna oggetto del desiderio sessuale presentata in pose sexy e sensuali per sedurre un pubblico che si presuppone evidentemente di solo sesso maschile.

28. Convegno di Expo Sviluppo su investimenti in Togo

Area tematica: Economia

Contesto di pertinenza: Nazionale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio/Femmina

Funzione del soggetto: Ministra Affari Sociali Togo – Presidentessa Expo Milano – Amm.Unico MAPEI

Tipologia stereotipi presenti: Abbastanza equilibrata la suddivisione degli interventi tra uomini e donne.

29. Convegno su Norme di Sistema per PMI

Area tematica: Economia

Contesto di pertinenza: Nazionale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio/Femmina

Funzione del soggetto: Europarlamentare (F) – Presidente UNI (M)

Tipologia stereotipi presenti: Abbastanza equilibrata la suddivisione degli interventi tra uomini e donne.

30. Programma di approfondimento su omicidio ragazzo a Francavilla Fontana

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio/Femmina

Funzione del soggetto: Parroco – Preside scuola media – Assessora Cittadinanza Attiva

Tipologia stereotipi presenti: Stereotipi sottili. Sebbene coinvolta una presenza femminile, i minuti relativi ad i differenti interventi sono squilibrati nella suddivisione uomo/donna. Il linguaggio utilizzato, anche dalla assessora, non rispetta le differenze di genere. Da rilevare l’utilizzo da parte del parroco del linguaggio di genere: “uomini e donne di buona volontà”.

NOTIZIARIO TRCB

31. Scandalo Sanità su liste di attesa

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Dipendenti ASL

Funzione del soggetto: Responsabili reato

Tipologia stereotipi presenti: La rappresentazione dei soggetti della notizia è bilanciata ma il linguaggio è declinato anche in questo caso solo al maschile, riferendosi a “medici”, “i dipendenti” e “coscienza dei cittadini”.

32. Lavori di riqualificazione Lungomare di Specchiolla

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Sindaco

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Rappresentanti politici presenti nel servizio solo di sesso maschile pur essendoci, nel Comune di riferimento, un’assessora alle Pari Opportunità e prevedendo i lavori oggetto del servizio, attrezzatura di aree per le famiglie.

33. Incontro presso Provincia di Brindisi per rilancio comparto chimico

Area tematica: Economia

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Presidente Provincia

Tipologia stereotipi presenti: Stereotipi sottili. Presenza di 2 donne al tavolo di lavoro, di cui non viene data identità o ruolo. Linguaggio utilizzato dall’intervistato non rispettoso delle differenze di genere.

34. Celebrazione del giorno del ringraziamento per i raccolti

Area tematica: Società

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Consigliere regionale – Parroco – Presidente Confagricoltura

Tipologia stereotipi presenti: Stereotipi sottili. Le uniche presenze femminili intercettate sono quelle relative alle presenze in chiesa (pubblico e momento della comunione). Pur sottolineando che la giornata era essenzialmente dedicata alle famiglie di coloro che lavorano in agricoltura, non vi è spazio per il rilascio di dichiarazioni delle donne e il linguaggio utilizzato dagli interlocutori non è neutro (lavoro dell’uomo – uomo che coltiva…..).

35. Rubrica “I cittadini parlano”

Area tematica: Società/Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio/Femmina

Funzione del soggetto: Popolazione del Comune di Locorotondo

Tipologia stereotipi presenti: Stereotipi sottili. Il programma consiste in interviste fatte alla popolazione di Locorotondo per rilevare le cose ritenute apprezzabili e non rispetto alla politica attuata dal governo territoriale. Soggetti intervistati: 6 uomini e 1 donna. La fascia di età dei soggetti maschili comprende i giovani e gli anziani. La donna intervistata è una ragazza di giovane età.

36. Riapertura di una struttura medievale ad Oria adibita a centro congressi e visite turistiche

Area tematica: cultura

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Sottosegretario agli Interni

Tipologia stereotipi presenti: Non rilevante.

37. Manifestazione delle scuole contro la mafia a Francavilla Fontana

Area tematica: Società

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Femmina

Funzione del soggetto: Studentesse

Tipologia stereotipi presenti: Non rilevante.

SINTESI

Le notizie presentate nel corso delle due giornate prese in esame sono 37.

Il maggiore spazio viene dato alla politica, seguito da cronaca, economia, cultura e tematiche relative al sociale. Seguono ambiente e società ma con esiguo numero di notizie.

La suddivisione delle notizie presenta una maggiore attribuzione a giornalisti maschi (22), mentre le giornaliste sono 15.

La presenza maschile è rilevante soprattutto nelle notizie che riguardano la politica, la cultura e l’economia, mentre le donne sono affidatarie soprattutto di informazioni che riguardano fatti di cronaca.

Per quanto riguarda l’analisi relativa al genere di appartenenza dei soggetti della notizia, si rileva una quasi esclusiva presenza di soggetti maschili nei diversi ambiti di informazione: le donne sono presenti come soggetto esclusivo in due notizie relative a tematiche sociali, entrambe afferenti al mondo della scuola che, da sempre, è uno dei pochi ambiti a prevalente connotazione femminile (manifestazione delle scuole contro la mafia – evento in una scuola primaria di Brindisi sullo sviluppo sostenibile).

Le notizie presentate sono per la maggior parte relative all’ambito locale/regionale, ma vi è anche uno spaccato nazionale della ADN Kronos con 10 notizie di politica/economia/cultura/ambiente.

Le funzioni del soggetto che, ribadiamo, risulta essere prevalentemente maschio, sono quasi sempre apicali (Ministro, Sindaco, Segretario di partito, Assessore etc.), solo in 4 casi vengono presentati “soggetti comuni”: un lavoratore, una vittima di omicidio, dipendenti ASL, e studentesse.

Gli stereotipi maggiormente presenti appartengono alla categoria del “genere nascosto” e “stereotipi sottili”. Rilevante anche la presenza di notizie che sembrano non avere una particolare rilevanza ai fini della categorizzazione degli stereotipi ma essenzialmente si tratta di informazioni date in maniera poco approfondita in cui ci si limita in pochi secondi, a dare la cronaca dell’accaduto.

GLI STEREOTIPI DI GENERE NASCOSTO

La motivazione per cui 14 notizie su 37 sono state attribuite a questa categoria, risiede nel fatto che le informazioni prese in esame mancano di equilibrio di genere nelle fonti e di prospettiva di genere.

La platea di soggetti presentata è esclusivamente maschile anche quando nelle riprese appaiono donne con cariche istituzionali o che comunque potrebbero avere un ruolo centrale nella notizia e che non vengono citate e né intervistate.

Il linguaggio utilizzato presenta un’assenza di neutralità in quanto coniugato al maschile: ci si riferisce sempre ai “cittadini”, “studenti”, “i medici” e “l’uomo che lavora”.

Da sottolineare che il problema del linguaggio è trasversale a tutte le classificazioni degli stereotipi.

E’ interessante riflettere anche sulla tempistica laddove vi sono dichiarazioni rilasciate da personaggi maschili e femminili. Nella notizia data da ADN Kronos riguardo la tavola rotonda con il governo italiano dove si parlava di politiche per le imprese in difficoltà, la suddivisione dei tempi è stata la seguente:

Ministro Politiche comunitarie: 40 sec. Maschio

Ministro Infrastrutture: 29 sec  Maschio

Amm. Delegato Deloitte: 15 sec. Maschio

A.D. Ferrovie dello Stato: 15 sec. Maschio

Presidentessa Comitato Lombardo: 10 sec. Femmina

GLI STEREOTIPI SOTTILI

Le 8 notizie classificate come tali hanno come filo conduttore quello di rinforzare i ruoli delle donne come soggetti più deboli e comunque con meno voce in capitolo nella vita economica e sociale.

Ad esempio, nella notizia dove si parla dell’omicidio di un ragazzo di Francavilla, ci si sofferma sul fatto che una donna transitante nel luogo dell’accaduto, ha avuto un malore oltre a dare un’informazione rispetto alla vittima poco pertinente con la notizia e cioè quella di essere figlio di una ragazza madre.

Ancora, nella rubrica “I cittadini parlano” i soggetti intervistati sono 7, di cui 6 uomini e 1 donna, una studentessa di giovane età. Manca pertanto un’equa rappresentanza sia in termini numerici che di categorie della cittadinanza.

GLI STEREOTIPI PALESI

A questa categoria appartiene un’unica notizia in cui le donne sono rappresentate in ruoli stereotipali nelle vesti di oggetti sessuali. La notizia è riferita alla crisi del settore dei ciclomotori ed è contestualizzata in una fiera del settore. L’immagine femminile veicolata è quella della donna oggetto del desiderio sessuale presentata in pose sexy e sensuali per sedurre un pubblico che si presuppone evidentemente di solo sesso maschile.

IL GENERE CONSAPEVOLE

Le notizie classificate come tali sono 3. La prima attiene alla cerimonia commemorativa dei marinai scomparsi in mare in cui si parla di donne e uomini che hanno sacrificato la propria vita sul mare.

La seconda e la terza, di rilevanza nazionale trasmesse all’interno del notiziario ADN Kronos, riguardano un convegno sullo sviluppo degli investimenti in Togo ed uno sulle norme di sistema per le PMI, in cui viene dato spazio e risalto a figure femminili.

GRAFICI DI SINTESI TELERADIO CITTA’ BIANCA –OSTUNI-

EMITTENTE TELEVISIVA STUDIO 100 – Taranto

Presentazione del notiziario a cura di una giornalista con attribuzione delle informazioni specifiche ad inviati/e.

1. Convegno ordine farmacisti con partecipazione del Ministro agli Affari Regionali Fitto

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Ministro agli Affari Regionali

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Le inquadrature del servizio analizzato sono sempre ed unicamente maschili, essendo tale la composizione del tavolo di lavoro. Unica presenza femminile è una “valletta” alle spalle del gruppo relatori. La notizia manca pertanto strutturalmente di una prospettiva di genere, in quanto nessun accenno è dato alle tematiche dibattute dall’ordine dei farmacisti che è composto sia da uomini che da donne.

2. Campagna d’autunno del Partito Democratico con partecipazione On. Dalema.

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Presidente di Partito

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Anche in questa notizia, pur parlando di crisi di governo e problematiche del governo nazionale, non si è mai sfiorato alcun argomento che in qualche modo desse una prospettiva di genere né come contenuto né come fonte. Vengono inquadrate dalla telecamera presenza femminili rilevanti all’interno del Partito a livello regionale, ma nessuna di esse è intervenuta come soggetto della notizia.

3. Visita On Gasparri presso Camera di Commercio di Brindisi

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Capogruppo PDL

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Relatori e soggetti del tavolo di lavoro unicamente maschili. Rafforzamento dell’idea che la politica è solo una questione che interessa il genere maschile.

4. Incidenti stradali con feriti

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Vittime

Tipologia stereotipi presenti: Non vi è alcun ruolo femminile nella notizia trattandosi unicamente di vittime di sesso maschile.

5. Arresto di spacciatore

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Autore del crimine

Tipologia stereotipi presenti: Non vi è alcun ruolo femminile nella notizia trattandosi fatto di cronaca il cui autore è un soggetto maschile.

6. Approfondimento su visita On. Gasparri

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Sindaco di Brindisi

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Oltre a non esserci anche in questo approfondimento di notizia, presenze o dichiarazioni femminili, il linguaggio utilizzato non è rispettoso delle differenze di genere (si parla di elettori e cittadini).

7. Nascita associazione politico culturale a Carovigno

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Presidente Associazione

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Presenza di una donna al tavolo dei relatori di cui non viene citato il ruolo. Nessun argomento con rilevanza di genere. Linguaggio declinato al maschile da parte del soggetto intervistato.

8. Partecipazione a convegno su sicurezza On. Mantovano

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Sottosegretario Interno

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Presenza al tavolo di lavoro del Prefetto di Taranto (donna) ma nessun rilascio di dichiarazioni. Il tema della sicurezza è prettamente rivolto alla cittadinanza femminile ma l’intervista verte su temi più generali senza addentrarsi in problematiche di genere.

9. Pulizia fiume Galeso da parte di associazioni di volontariato

Area tematica: Ambiente

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Volontari associazione

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Nel resoconto dell’inviata si parla solo di volontari e cittadini (linguaggio declinato al maschile) e le inquadrature sono dedicate solo a uomini che bonificano il posto.

10. Irruzione di malviventi in una villa a Mottola

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Capo Famiglia

Funzione del soggetto: Vittima

Tipologia stereotipi presenti: Stereotipi sottili. L’episodio coinvolge un’intera famiglia (padre, madre, 2 figli). Nel testo della notizia si parla unicamente del capo famiglia, che grazie al suo sangue freddo, ha sventato il peggio ed è riuscito a chiamare la polizia sul posto.

11. Protesta della scuola sulle riforme del governo

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Studenti

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Anche qui si parla al maschile e le inquadrature degli incontri tematici tenutisi, sono riferite ad interventi di interlocutori maschi pur essendoci un soggetto femminile al tavolo di lavoro

12. Delitto di Avetrana

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Femmina

Funzione del soggetto: Accusata/Principale testimone

Tipologia stereotipi presenti: Il contenuto della notizia è un puntuale resoconto sugli ultimi accadimenti di un fatto di cronaca che ha tenuto inchiodata la popolazione pugliese per mesi davanti a tv e vari programmi televisivi. Non si rimarcano particolari accentuazioni di stereotipi di genere.

13. Approfondimento delitto di Avetrana

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Femmina

Funzione del soggetto: Moglie principale indagato

Tipologia stereotipi presenti: Come per la precedente informazione, non si rimarcano anche in questa notizia presenze particolari di stereotipi di genere.

14.Truffa ai danni del SSN da parte di personale ospedaliero

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Dipendenti ASL

Funzione del soggetto: Responsabili reato

Tipologia stereotipi presenti: La rappresentazione dei soggetti della notizia è bilanciata ma il linguaggio è declinato anche in questo caso solo al maschile, riferendosi a “medici”, “i dipendenti” e “coscienza dei cittadini”.

15. Incendio presso concessionario auto

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Dipendenti concessionaria

Funzione del soggetto: Ruolo determinante nell’evitare il propagarsi dell’incendio

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Si parla genericamente di dipendenti includendo presumibilmente soggetti di sesso maschile e femminile.

16. Situazione lavoratori ILVA

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Segretario Sindacale

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Il problema della cassa integrazione trattato nella notizia è riferito genericamente a “lavoratori”.

17. Sequestro GPL in deposito abusivo

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Titolare del deposito

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente.

18. Sessione di scuola politica dei giovani UDC

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Coordinatore regionale di partito.

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Soggetti della notizia unicamente maschili e nessuna attenzione a temi di politica femminile.

19. Convegno organizzato dall’Associazione Movimento per la vita a tutela della maternità

Area tematica: Politica/Solidarietà

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Assessore Regionale LL.PP.

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Il tema della tutela della maternità è un tema di particolare rilevanza per le donne ma la notizia transita da un assessore di sesso maschile e non vi sono relatrici al tavolo dei lavori.

20. Convegno su Dieta Mediterranea

Area tematica: Cultura e Salute

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Presidente Provincia, Presidente Lions Club, Sindaco Ceglie, Esperto del settore.

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Nel servizio si parla di “esperti” e pur essendoci una relatrice del tavolo dei lavori, non le viene dato alcun spazio in termini di rilascio di dichiarazioni.

21. Lavori di riqualificazione Lungomare di Specchiolla

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Sindaco

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Rappresentanti politici presenti nel servizio solo di sesso maschile pur essendoci, nel Comune di riferimento, un’assessora alle Pari Opportunità e prevedendo i lavori oggetto del servizio, attrezzatura di aree per le famiglie.

22. Crisi del servizio trasporti pubblici

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Sindacato

Funzione del soggetto: Presidente Associazione

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Nel servizio si evidenzia la richiesta dei sindacati a nominare il nuovo CdA e Direttore dell’azienda. Non si fa riferimento a componenti di sesso femminile.

23. Evento presso Centro Commerciale dedicato alle famiglie ed ai bambini

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Direttore commerciale.

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Pur essendo un evento in cui la partecipazione è a maggioranza femminile, non vi sono interventi di donne né come responsabili del centro commerciale né di presenti in platea.

24. Potenziamento URP del Comune

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: //

Funzione del soggetto: //

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Vengono presentati i nuovi servizi di cui potrà usufruire “il cittadino”.

25. Consiglio Comunale Taranto – Mancanza numero legale

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Capogruppo maggioranza

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Non si fa accenno né tanto meno intervengono le donne della politica del Comune oggetto della notizia. Si parla di mancanza del numero legale causato da assenza di “consiglieri e assessori”.

26. Installazione depuratore area jonico-salentina

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Sindaci comuni coinvolti

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente

27. Furto energia elettrica

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Responsabili reati

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente

28. Arresto spacciatore

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Responsabile reato

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente

29. Contestazione variante di progetto su LL.PP. Comune di Lecce

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Sindaco Comune

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente

30. Problemi di bilancio al Comune di Lecce

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Consigliere Comunale

Tipologia stereotipi presenti: Stereotipi sottili. La conferenza stampa è tenuta dal Consigliere e da un soggetto femminile della quale non viene dato neanche un accenno al nome.

SINTESI

Le notizie trasmesse nel corso delle due giornate e su cui si è effettuata l’analisi sono 30.

Le aree tematiche prevalenti sono: politica (17 notizie) e cronaca (11 notizie) ed a seguire ambiente e cultura/salute.

Le notizie di politica sono presentate in maggioranza da donne (10), così come quelle relative alla cronaca (8). Ambiente e cultura (solo 2 notizie) sono presentate da uomini.

L’analisi relativa al genere di appartenenza dei soggetti della notizia rileva una quasi totalità di figure maschili nei diversi contesti con una presenza di solo 2 figure femminili in due notizie di cronaca, entrambe relative al delitto di Avetrana dove la figura femminile ha assunto un ruolo rilevante in termini di protagoniste.

Per quanto riguarda le funzioni del soggetto della notizia, eccezion fatta per gli episodi di cronaca dove si parla per lo più di gente comune, per gli altri ambiti prevale il ruolo verticistico dove si registra la presenza del Presidente di partito, capogruppo di partito, Ministro, Sindaco, etc.

Su 30 notizie, 10 sono state classificate “ininfluenti” ai fini di una inquadratura in tipologia di stereotipi in quanto relative in prevalenza a soggetti della notizia di sesso maschile.

Il genere nascosto rappresenta nella rilevazione effettuata sull’emittente “Studio 100”, il 60% degli stereotipi riscontrati (18 notizie su 30).

GLI STEREOTIPI DI GENERE NASCOSTO

Le notizie catalogate come appartenenti al genere nascosto mancano quasi in assoluto di una prospettiva femminile sia in termini di immagini che di linguaggio che di contenuti.

Liddove si affrontano tematiche che pur sarebbero di interesse anche delle donne o tavoli di lavoro misti con donne in ruoli apicali, non hanno adeguato spazio se comparato a quello dato ai soggeti maschili.

Un caso eclatante è quello relativo ad una notizia che presenta un convegno organizzato dall’Associazione per il movimento della vita in cui si parla di maternità, quindi di prevalente interesse femminile. L’intervista viene rilasciata da una assessore maschio e non vi sono interlocutrici nel tavolo di lavoro.

Altre notizie fortemente riferite al genere nascosto riguardano:

La riqualificazione del Lungomare di Specchiolla. Nel Comune di riferimento esiste una assessora alle pari Opportunità che avrebbe avuto pieno titolo ad essere interpellata visto che la tematica, in termini di vivibilità e sicurezza coinvolge sicuramente anche le donne, ma le persone presenti nel servizio in termini di immagini e di dichiarazioni rilasciate, sono solo uomini.

GLI STEREOTIPI SOTTILI

La rappresentazione di questa tipologia di stereotipi è relativa ad una notizia di politica ed una di cronaca.

Nella prima si presenta una conferenza stampa relativa alla presentazione del bilancio del Comune di Lecce. Il soggetto della notizia è una donna, ma di questa non viene fornito neanche il nome o il ruolo rivestito.

La seconda racconta di una sventata rapina in una villa ai danni di una famiglia composta da marito, moglie e due figli, dove di fa menzione solo del ruolo assunto dal capo famiglia

GRAFICI DI SINTESI STUDIO 100

EMITTENTE TELEVISIVA TELEFOGGIA

Notiziari del 14 e 15 novembre 2010

I notiziari delle due giornate prese in considerazione, sono strutturati con il seguente format:

Presentazione e conduzione del notiziario a cura di una giornalista – servizi inerenti la notizia con voce fuori campo (quasi sempre della giornalista stessa che conduce) – non vi sono inviati/e che realizzano interviste ai soggetti della notizia.

1. Arresti per attività di spaccio

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Malvivente

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente. Viene inquadrato il tavolo della conferenza stampa, dove il capo della Polizia, illustra l’andamento dell’operazione con alle spalle alcuni agenti, fra cui una donna.

2. Evento CARITAS

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschi/Femmine

Funzione del soggetto: Indigenti del territorio

Tipologia stereotipi presenti: Stereotipi sottili. Nel servizio si parla delle sempre maggiori difficoltà delle fasce deboli della popolazione, non facendo alcun riferimento alla popolazione femminile che è quella più esposta alle problematiche di esclusione e indigenza. Le inquadrature sono incentrate sulle volontarie che si occupano del servizio mensa, e quindi donne ai fornelli o che servono i pasti.

3. Avvio di un processo per omicidio con richiesta di ergastolo

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Malvivente

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente. Si ricordano i fatti accaduti citando la famiglia della vittima che si è costituita parte civile.

4. Arresto di un ricercato a Manfredonia

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Malvivente

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente. Viene riportata unicamente la cronaca dei fatti.

5. Arresto per detenzione di armi e spaccio di droga

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Malvivente

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente. Viene riportata la cronaca dei fatti.

6. Editoriale: Storia della Democrazia Cristiana e la sua opposizione al comunismo

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: nazionale

Presentazione servizio: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Vari personaggi maschili con ruoli anche di rilevanza nazionale nella storia del partito.

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Le immagini di riferimento riguardano i luoghi noti della politica italiana. Nessun riferimento o immagine dedicata a soggetti femminili.

7. Nota politica: Vicenda On. Fini su coinvolgimento abitazione Montecarlo a cura dell’On. Mongiello

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: nazionale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Presidente Camera

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente. Cronaca e relativo commento di partito sulla nota vicenda.

8. Intervista su sicurezza e ordine pubblico.

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Prefetto Foggia

Tipologia stereotipi presenti: Stereotipi sottili. Utilizzo linguaggio non neutro. Riferimento “al giovane che dovrebbe essere coinvolto nella vita politica”. Nessun riferimento alle misure di sicurezza che dovrebbero riguardare la popolazione femminile.

Altre notizie flash date nel notiziario delle 18,30 del 15 novembre riguardano piccoli fatti di cronaca e nello specifico:

.       Rapina al centro commerciale Leclerc

.       Rimessa in libertà di un dipendente comunale accusato di assenteismo

.       Solidarietà dei tassisti di Foggia al tassista romano morto per percosse

.       Disinnescata una bomba della seconda guerra mondiale.

Al notiziario flash, segue ANSA LIVE con le seguenti notizie:

.   Dimissione dalla maggioranza dei componenti finiani

.   Europa a sostegno della crisi economica in Irlanda

.   Ministro Calderoli richiede dimissioni di Montezemolo dalla Ferrari

.   Proposta del Sindaco di Bari Emiliano, per l’accordo di programma sui suoli di Punta Perotti

.   Dimissioni del segretario provinciale PD

.    Rogo in grattacielo di Shangai

.    Australiano tenta guinnes dei primati provando a vivere 3 settimane con oltre 400 specie diverse di ragni

Tutte le suddette notizie vengono passate in maniera molto rapida con voce fuori campo e brevi inquadrature sui soggetti della notizia (tutti maschi) o sui luoghi dell’accaduto.

Riprendono poi le notizie dalla Capitanata.

9. Episodio di stalking a Cerignola

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Femmina

Funzione del soggetto: Vittima e carnefice

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente. L’episodio viene riportato in maniera decisamente sintetica puntualizzando solo il fatto che, essendo soggetti della notizia due donne, è un caso unico in Italia.

10. Proteste blocco internalizzazioni sanità

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschi/Femmine

Funzione del soggetto: Lavoratori/trici

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. La notizia riguarda la protesta insorta per la mancata stabilizzazione del personale (u/d). Il linguaggio utilizzato nel riportare la notizia non è neutro, infatti vengono genericamente citati “i lavoratori”.

11. Preparativi del Consiglio Comunale del 18 novembre

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Indefinito

Funzione del soggetto: Revisori dei conti

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente

12. Richiesta di concordato preventivo per azienda municipalizzata AMICA

Area tematica: Politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: femmina

Soggetto della notizia: indefinito

Funzione del soggetto: rappresentanza sindacale

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. La notizia verte sulle questioni che coinvolgono a vario titolo i lavoratori.

13. Proposta sulla regolamentazione dei saldi invernali

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: //

Funzione del soggetto: L’Associazione CONFCOMMERCIO si è resa promotrice della proposta di regolamentazione

Tipologia stereotipi presenti: Stereotipi sottili. Pur essendo abbastanza neutra nei contenuti, la notizia viene trasmessa con una serie di inquadrature che riguardano soggetti femminili intenti nello shopping, come se tale attività fosse di esclusivo dominio femminile.

Nota politica dell’On. Mongiello sull’incontro a SEOUL delle 20 più grandi potenze economiche e sul ruolo delle banche nell’economia locale.

15. Situazione del manto stradale nel tratto che collega il centro cittadino al luogo del biostabilizzatore

Area tematica: Economia

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: //

Funzione del soggetto: //

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente. Non vi sono reali soggetti della notizia, se non agricoltori che transitano quotidianamente per quella strada. Uno di essi viene intervistato per raccoglierne pareri e proposte su possibili soluzioni da proporre all’Amministrazione del territorio.

16. Incontro sui problemi di sicurezza nel Sud Italia

Area tematica: Società

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Maschio

Funzione del soggetto: Capo della Polizia

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente

17. Editoriale: Ruolo di Telefoggia oggi a cura di giornalista maschio.

18. La Provincia di Foggia consegna biciclette a Istituti superiori della Capitanata

Area tematica: Ambiente

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Indefinito

Funzione del soggetto: Amministrazione Provinciale

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente. La notizia riguarda la consegna delle biciclette alle scuole, prevista nell’ambito di un progetto per l’incentivazione della mobilità sostenibile.

News regionali

.    Intervento dei NAS di Taranto per la truffa operata ai danni del SSN a Brindisi

.    Tentativo di furto da parte di clandestini

.    Arresto per spaccio a Latiano

.    Furto di energia elettrica a Maruggio (TA) – arresti

Lo spazio news regionali dà le suddette notizie con brevissimi comunicati da voce fuori campo e flash di inquadrature relative al luogo dove si è verificato l’accaduto o al soggetto della notizia.

Anche in questa parte di informazione, non vengono registrate notizie che riguardano in qualche modo soggetti femminili.

News Provincia

19. Lavori eliporto

Area tematica: Economia

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia: Indefinito

Funzione del soggetto: Società incaricata dei lavori

Tipologia stereotipi presenti: Ininfluente. La notizia riguarda i lavori per la realizzazione dell’eliporto per i quali si presuppone il completamento nei primi mesi dell’anno.

20. Nascita Movimento Futura e Solidale

Area tematica: Cultura/Territorio

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto della notizia:

Funzione del soggetto:

Tipologia stereotipi presenti: Genere nascosto. Nella breve informativa viene detto che la nascita di tale movimento ha suscitato il plauso “degli uomini di cultura e degli imprenditori”.

SINTESI

L’analisi dell’emittente televisiva TELEFOGGIA è stata effettuata sulle complessive 20 notizie trasmesse nel corso delle due giornate prese in esame.

Lo spazio dedicato alla cronaca rappresenta il 43% delle notizie, segue la politica 28,5% e con percentuali inferiori cultura/società, economia e ambiente.

L’attribuzione dei servizi è di maggioranza femminile (17 su 20), in particolare nello spazio dedicato alla cronaca, mentre nelle notizie di politica prevale la presenza maschile.

Lo spazio dedicato alla politica identifica 4 soggetti della notizia di genere maschile e 2 non definibili come genere in quanto riportano genericamente situazioni del territorio in termini di preparativi per il Consiglio Comunale e richiesta di concordato preventivo del’azienda municipalizzata.

I soggetti della notizia relativi alla cronaca sono per il 44% di genere maschile, 22% femminile, 22% misti, 12% non definibili come appartenenza in quanto genericamente attribuite ad attività condotte da associazioni territoriali.

Anche per l’ambito di economia ed ambiente le notizie trasmesse riguardano soggetti generici e quindi non identificabili nell’attribuzione al genere, mentre le informazioni di cultura e società, vedono soggetti maschili nella centralità della notizia.

Le funzioni dei soggetti, a parte le notizie di cronaca che si riferiscono a gente comune coinvolta negli episodi riportati, per il resto riguardano le funzioni apicali e verticistiche del territorio.

Per quanto attiene la categorizzazione degli stereotipi, circa la metà delle notizie non presenta particolari spostamenti su di uno o l’altro genere e pertanto ricadono nell’area di stereotipi ininfluenti, considerato inoltre che buona parte dell’informazione riporta in maniera spot fatti di cronaca in cui non vi sono elementi di commenti o di riflessioni che portano a definire l’area degli stereotipi.

IL GENERE NASCOSTO

Il 19% delle notizie ricade nella categoria di genere nascosto in quanto al loro interno non riportano, nel linguaggio una differenziazioni di genere anche in termini di fruizione della notizia stessa, che sembra il più delle volte rivolta e di interesse esclusivamente maschile.

GLI STEREOTIPI SOTTILI

Il 14% viene catalogata fra gli stereotipi sottili. Fra queste una attiene alla regolamentazione dei saldi di fine stagione con inquadrature unicamente su soggetti femminili in quanto da sempre riconosciute come esclusive fruitrici di questa pratica, un’altra notizia riguarda sicurezza e ordine pubblico dei cittadini con invito esplicito “ai giovani uomini” che dovrebbero avere un maggiore coinvolgimento della vita politica. L’ultima notizia classificata in questo settore riguarda un evento della CARITAS, dove si parla dei nuovi poveri, senza riferimenti alle fasce femminili che da sempre sono quelle più esposte alle forme di povertà ed indigenza. In questa notizia viene dato ampio spazio all’immagine femminile ripresa mentre è intenta alla distribuzione dei pasti alla popolazione, rimarcando lo stereotipo che la donna è maggiormente relegata ai lavori di cura in senso lato.

GRAFICI DI SINTESI TELEFOGGIA

EMITTENTE TELEVISIVA TELENORBA

Notiziari del 14-15 novembre 2010.

I notiziari delle due giornate prese in considerazione, sono strutturati con il seguente format:

presentazione a cura di una giornalista con presenza, all’interno dei servizi, di inviati/e.

1. Rapina a Lauria: caccia all’assassino

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: maschio

Soggetto della notizia: 2 maschi

Funzione del soggetto: rapinatore/assassino, commerciante/assassinato

Tipologia stereotipi: Sottili. Presentazione dello stereotipo coppia uomo/lavoratore e donna/moglie, in cui la stessa funzione di testimone/vittima della donna passa in secondo piano; nello stesso passaggio si rimarca la dipendenza della famiglia dalla coppia eteronormata, evincendo da ciò attributi morali positivi dei soggetti. Parte della notizia evidenzia stereotipi di genere nascosto, infatti la stessa posizione è espressa anche dal commentatore scelto per la notizia- autorità: sindaco/maschio- il quale fa di questo stereotipo la marca del proprio territorio

(comunità- cittadini) escludendo, di fatto, il contesto sociale dai moventi del reato.

2. Rapina in casa di un avvocato

Area tematica: cronaca Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: presentatrice del TG- con immagini di repertorio

Soggetto della notizia: 6 maschi ed altri soggetti indefiniti

Funzione del soggetto: Malviventi e vittime

Tipologia stereotipi: nascosti: si parla del commando di 5 persone, solo in un passaggio successivo vengono identificati come rapinatori di sesso maschile. Parte della notizia si incentra anche su stereotipi sottili: il danno viene descritto come subito dall’avvocato padrone di casa/professionista/marito, pur essendo presente sulla scena del reato il nucleo famigliare, di cui non abbiamo nessuna specificazione nemmeno quando un componente compare come ostaggio.

3. Rapine nel foggiano

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: presentatrice del TG- senza immagini

Soggetto della notizia: maschio

Funzione del soggetto: rapinatori

Tipologia stereotipi: nascosto. Si presentano i soggetti della notizia dando per scontato il genere di persone/malviventi, delle vittime e delle forze dell’ordine.

4. Arresto per armi e droga nel leccese

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: presentatrice del TG- senza immagini

Soggetto della notizia: maschio

Funzione del soggetto: arrestato

Tipologia stereotipi: Ininfluente

5. Neonata muore dopo parto cesareo Area tematica: cronaca Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: presentatrice TG + immagini di repertorio

Soggetto della notizia: femmina

Funzione del soggetto: vittima

Tipologia stereotipi: nascosti: si parla di medici e Procura come autorità astratte – occasioni mancate: manca la contestualizzazione del fatto, col solo riferimento all’età della partoriente

6. Reazioni politiche alla dichiarazione di incostituzionalità della legge regionale contro il nucleare

Area tematica: politica

Contesto di pertinenza: regionale/nazionale

Presentazione notizia: maschio

Soggetto della notizia: 3 maschi

Funzione del soggetto: capo opposizione in consiglio regionale, governatore regione, premier.

Tipologia stereotipi: palesi, nascosti, sottili: non c’è traccia di femminile in una notizia che riguarda il territorio, in realtà non c’è traccia del territorio né dei termini della questione: si insiste su una discussione polemica le cui voci sono solo maschili e interloquiscono tra loro, come avversari in un agone, marcando un contesto politico da cui è escluso l’elettorato; anche nelle immagini non si vedono donne.

7. Congresso IoSud

Area tematica: politica

Contesto di pertinenza: regionale

Presentazione notizia: donna

Soggetto notizia: neutra

Funzione del soggetto: partito politico

Tipologia stereotipi: Ininfluente. leader donna sempre presente in video con platea maschile.

8. Incidente a Santeramo

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: femmina

Soggetto notizia: maschio

Funzione del soggetto: vittima

Tipologia stereotipi: Ininfluente

9. Incidente frontale a foggia

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto notizia: maschio

Funzione del soggetto: vittima

Tipologia stereotipi: Ininfluente

10. Incidente sul Gargano

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto notizia: Maschio

Funzione del soggetto: vittima

Tipologia stereotipi: Ininfluente.

11. Introduzione etilometro nei locali: situazione barese

Area tematica: attualità/ costume

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: donna

Soggetto notizia: neutro

Funzione del soggetto: Cittadini comuni

Tipologia stereotipi: Genere nascosto: intervistati solo uomini e presenza di stereotipi sottili nell’uso di nomi comuni neutri, declinati al maschile (clienti, gestori, commercianti).

12. Delitto Avetrana

Area tematica: cronaca nera/ giudiziaria

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: uomo

Soggetto notizia: donne, uomo

Funzione del soggetto: vittima, imputati

tipologia stereotipi: Ininfluente e parziale presenza di stereotipi sottili: si parla delle autorità medica e giudiziaria in maniera astratta, universale/maschile, senza riferimento alle persone fisiche- ex. difesa, legali, magistrato, inquirenti)

13. Stalking a Leporano

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto notizia: Maschio/Femmina

Funzione del soggetto: imputato, vittima

Tipologia stereotipi: Ininfluente

14. Vandalismo a Foggia

Area tematica: attualità

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto notizia: Maschio

Funzione del soggetto: imputati

Tipologia Stereotipi: Nascosto. Si parla di vandali, senza specificazioni che sgombrino l’implicito presupposto del soggetto maschile

15. Girolio a Bitritto

Area tematica: attualità

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: uomo

Soggetto notizia: neutro

Funzione del soggetto: //

Tipologia stereotipi: Ininfluente

16. Sconfitta Bari calcio

Area tematica: sport

Contesto di pertinenza: locale- nazionale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto notizia: neutro maschile

Funzione del soggetto: squadra di calcio

Tipologia stereotipi: ininfluente

17. Sconfitta Lecce calcio

Area tematica: sport

Contesto di pertinenza: locale- nazionale

Presentazione notizia: uomo

Soggetto notizia: neutro maschile

Funzione soggetto: squadra di calcio

Tipologia stereotipi: Ininfluente

18. Risultati squadre pugliesi Leghe minori

Area tematica: sport

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto notizia: neutro maschile

Funzione soggetto: squadre di calcio

Tipologia stereotipi: Ininfluente

19. Evento LIPU a Casacalenda, Molise

Area tematica: costume

Contesto di pertinenza: territoriale

Presentazione notizia: maschio

Soggetto notizia: neutro

Funzione soggetto: Organizzazione territoriale

Tipologia stereotipi: ininfluente e genere nascosto nell’utilizzo del linguaggio senza specificazione di genere -bambini, persone, famiglie- e pronomi plurali declinati al maschile.

20. Omicidio-suicidio a San Biase

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: regionale

Presentazione notizia: Maschio

Soggetto notizia: Maschio/Femmina

Funzione soggetto: Maschio: omicida, Femmina: vittima

Tipologia stereotipi: Ininfluente.

21. Rapina a Lauria: caccia all’assassino (replica)

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: maschio

Soggetto della notizia: maschio

Funzione del soggetto: Assassino/Vittima

Tipologia stereotipi: Sottili (vedi notizia n.1)

22. Mottola: rapina in casa di un avvocato (replica)

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: presentatrice del TG- con immagini di repertorio

Soggetto della notizia: 6 maschi ed altri soggetti indefiniti

Funzione del soggetto: Malviventi e vittime

Tipologia stereotipi: Nascosti e sottili (vedi notizia n.2).

23. Furti di rame nella campagna di Torre Maggiore, famiglie disperate (FG)

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: presentatrice tg, immagini

Soggetto notizia: famiglie

Funzione soggetto: vittime

Tipologia stereotipi: ininfluente + nascosto (universale maschile per chi commette reato; riprese con uomini al lavoro e donne sulle soglie delle case)

24. Neonata muore dopo parto cesareo (replica)

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: presentatrice TG + immagini di repertorio

Soggetto della notizia: femmina

Funzione del soggetto: vittima

Tipologia stereotipi: nascosti: si parla di medici e Procura come autorità astratte – occasioni mancate: manca la contestualizzazione del fatto, col solo riferimento all’età della partoriente

25. Congresso IoSud (replica)

Area tematica: politica

Contesto di pertinenza: regionale

Presentazione notizia: donna

Soggetto notizia: neutra

Funzione del soggetto: partito politico

Tipologia stereotipi: Ininfluente. leader donna sempre presente in video con platea maschile.

26. Incidente a Santeramo (replica)

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: femmina

Soggetto notizia: maschio

Funzione del soggetto: vittima

Tipologia stereotipi: Ininfluente

27. Incidente frontale a Foggia (replica)

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto notizia: maschio

Funzione del soggetto: vittima

Tipologia stereotipi: Ininfluente

28. Incidente sul Gargano (replica)

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto notizia: Maschio

Funzione del soggetto: vittima

Tipologia stereotipi: Ininfluente.

29. Cantiere della legalità “Italia dei Valori”- Termoli

Area tematica: politica

Contesto di pertinenza: regionale

Presentazione notizia: donna

Soggetto notizia: neutro

Funzione soggetto: partito politico

Tipologia stereotipi: Ininfluente

30. Giornata della protezione civile a potenza

Area tematica: attualità

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: uomo

Soggetto notizia: neutro

Funzione soggetto: evento culturale

Tipologia stereotipi: Ininfluente + nascosto: si parla di volontari sempre al maschile; pur essendo cospicua la presenza delle volontarie, della cittadinanza vengono inquadrati solo uomini, autorità comprese)

31. Messa per centenario Mons. Motoloese –Martina Franca

Area tematica: attualità

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: presentatrice tg, immagini

Soggetto notizia: neutro

Funzione soggetto: evento culturale

Tipologia stereotipi: ininfluente

32. Delitto Avetrana (replica)

Area tematica: cronaca nera/ giudiziaria

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: uomo

Soggetto notizia: donne, uomo

Funzione del soggetto: vittima, imputati

tipologia stereotipi: Ininfluente e parziale presenza di stereotipi sottili: si parla delle autorità medica e giudiziaria in maniera astratta, universale/maschile, senza riferimento alle persone fisiche- ex. difesa, legali, magistrato, inquirenti)

33. Stalking a Leporano (replica)

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto notizia: Maschio/Femmina

Funzione del soggetto: imputato, vittima

Tipologia stereotipi: Ininfluente

34. Vandalismo a Foggia (replica)

Area tematica: attualità

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto notizia: Maschio

Funzione del soggetto: imputati

Tipologia Stereotipi: Nascosto. Si parla di vandali, senza specificazioni che sgombrino l’implicito presupposto del soggetto maschile

35. Intimidazione a vigili urbani ad Andria

Area tematica: Cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: Femmina

Soggetto notizia: uomo, donna

Funzione soggetto: vittime

Tipologia stereotipi: Ininfluente

36. Girolio a Bitritto (replica)

Area tematica: attualità

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: uomo

Soggetto notizia: neutro

Funzione del soggetto: //

Tipologia stereotipi: Ininfluente

37. Ostuni: escursione nel parco dune costiere

Area tematica: attualità

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: donna

Soggetto notizia: neutro

Funzione soggetto: evento culturale

Tipologia stereotipi: Ininfluente con linguaggio universale maschile

38. Bari-Parma: 0-1

Area tematica: sport

Contesto di pertinenza: nazionale

Presentazione notizia:uomo

Soggetto notizia: neutro maschile

Funzione soggetto: squadra di calcio

Tipologia stereotipi: Ininfluente

39. Udinese-Lecce: 4-0

Area tematica: sport

Contesto di pertinenza: nazionale

Presentazione notizia:uomo

Soggetto notizia: neutro maschile

Funzione soggetto: squadra di calcio

Tipologia stereotipi: Ininfluente

40. Risultati pugliesi lega-pro

Area tematica: sport

Contesto di pertinenza: nazionale

Presentazione notizia:uomo

Soggetto notizia: neutro maschile

Funzione soggetto: squadra di calcio

Tipologia stereotipi: Ininfluente

SINTESI

Le notizie presentate nel corso delle due giornate prese in esame sono 40 passate più volte in prima e seconda serata, anche perché si utilizzano tre diversi format redazionali, tgNorba tgNorba24 e tgNorbaSud. Il contesto è regionale e interregionale, includendo Molise, soprattutto, e Basilicata, per tgNorba e tgnorba24, mentre, tgnorba sud, abbraccia tutto il sud Italia; le notizie di taglio nazionale passano attraverso i sommari ripresi dalle testate nazionali o riguardano politici di spicco, Vendola, Di Pietro,.

Padrona indiscussa è la cronaca; la politica è residuale; economia, costume e tematiche relative al sociale sono quasi sempre riferite a interventi istituzionali o giudiziari. Le notizie di costume si concentrano sul branding territoriale. Bisogna sottolineare che costume e sport sono affidati a programmi di approfondimento appositi.

A presentare la notizia sono 26 donne e 14 uomini, la maggior parte delle notizie di cronaca sono lette in studio dalla presentatrice.

Per quanto riguarda l’analisi relativa al genere di appartenenza dei soggetti della notizia, si rileva una quasi esclusiva presenza di soggetti maschili nei diversi ambiti di informazione (21), rispetto alle 2 notizie riferite a donne e alle 13 in cui il soggetto espresso in modo collettivo non consente l’identificazione.

Il registro fortemente interpretativo e contestualizzante nella resa dei fatti, oscilla tra una rappresentazione di genere comune, sbilanciata, dunque, sugli stereotipi di genere nascosto (21)..

Il format feriale, quasi interamente ricompreso in tgNorba24, risulta, invece, essere più pulito.

GLI STEREOTIPI DI GENERE NASCOSTO E GLI STEREOTIPI SOTTILI

Mentre gli stereotipi di genere nascosto sono 21, quelli sottili si fermano a 5, a parte l’uso di nomi collettivi, declinati al plurale maschile, si ribadisce la tendenza a interpretare la notizia a partire dal contesto, riproponendo gli stereotipi più comuni sulle relazioni sociali e di genere.

Un esempio, è la notizia dell’entrata in vigore dell’etilometro che, pur presentata da una donna, mostra uno scenario solamente maschile, sia nelle interviste sia nella scelta delle immagini, lasciando passare la consuetudine a considerare quello dell’alcool, e delle sue relazioni con la guida, un problema maschile.

GLI STEREOTIPI PALESI

Solo nella notizia di politica, riguardante la sentenza della corte costituzionale sul nucleare, c’è uno spostamento palese sulla prospettiva maschile, sia con la sparizione delle specifiche problematiche femminili in materia di salute pubblica e territorio, sia spostando l’accento sulle reazioni politiche, intervistando 3 uomini.

GRAFICI DI SINTESI TELENORBA

EMITTENTE TELEVISIVA TELERAMA

Notiziari del 14/15 novembre 2010

I notiziari delle due giornate prese in considerazione, sono strutturati con il seguente format:

presentazione a cura di una giornalista con presenza, all’interno dei servizi, di inviati/e.

Notiziario 20.30: notizie presentate da una giornalista

1.  Sconfitta del Lecce in trasferta a Udine

Area tematica : sport

Contesto di pertinenza: nazionale/locale

Presentazione notizia: uomo

Soggetto notizia: uomini

Funzione soggetto: atleti

Tipologia stereotipi: Ininfluente. Si rileva la posizione di una notizia di interesse maschile all’inizio del tg e la sua durata di approfondimento.

2.  Pallacanestro, sconfitta del Brindisi a Varese

Area tematica: sport

Contesto di pertinenza: nazionale/locale

Presentazione notizia: donna

Soggetto notizia: uomini

Funzione soggetto: atleti

Tipologia stereotipi: Ininfluente. Si rileva la posizione di una notizia di interesse maschile all’inizio del tg e la sua durata di approfondimento.

3.  Omicidio Avetrana

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: donna

Soggetto notizia: uomo, donna

Funzione soggetto: sospetto criminale, l’uomo; vittima, donna

Tipologia stereotipi: ininfluente. si rileva che il servizio ha durata di un approfondimento (5’) che, è sbilanciato sul punto di vista dell’indagato, di cui un attore recita stralci di lettere e trascrizioni di testimonianze. I personaggi femminili della nota vicenda non vengono caratterizzati in alcun modo, ci si limita alla cronaca pedante dei fatti, ripresi dalle trascrizioni dei verbali.

4.  2 incidenti stradali

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: lettura della conduttrice

Soggetto notizia: 7 soggetti di sesso non specificato, salvo per 1, uomo

Funzione soggetto: vittime

Tipologia stereotipi: Occasioni mancate. Vengono usati appellativi generici, declinati per lo più al maschile, da cui non si intuisce il sesso dei soggetti coinvolti.

5.  Incidente al centro di Brindisi

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: lettura della conduttrice

Soggetto notizia: non specificati sesso e numero

Funzione soggetto: conducente e passeggeri

Tipologia stereotipi: Genere nascosto. Nella notizia si parla dell’auto schiantatasi, salvo, alla fine, fare riferimento all’assenza di feriti, declinando al maschile un collettivo di cui non si specifica genere e numero.

6.  Arresto rocambolesco per detenzione di armi e droga

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: donna

Soggetto notizia: 2 uomini

Funzione soggetto: presunti criminali

Tipologia stereotipi: Ininfluente

7.  24 ore di eventi del movimento Regione Salento

Area tematica: politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: uomo

Soggetto notizia: collettivo

Funzione soggetto: movimento politico

Tipologia stereotipi: Palesi. Solo uomini, nelle interviste e nelle riprese didascaliche, alle donne è concesso il favore delle telecamere solo per 6 inquadrature “decorative” , laddove la scelta cade su donne telegeniche e che vestono gli status della femminilità tradizionale.

8.  Convegno fondativo del movimento Rivoluzione Italia

Area tematica: politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: uomo

Soggetto notizia: collettivo

Funzione soggetto: movimento politico

Tipologia stereotipi: Palesi. Se si tiene conto delle personalità intervenute al convegno e che l’unico intervistato sia un uomo. Si rileva, inoltre, che c’è una sola inquadratura di alleggerimento su una donna telegenica.

9.  Presentazione partito Io Sud

Area tematica: politica

Contesto di pertinenza: regionale

Presentazione notizia: donna

Soggetto notizia: collettivo

Funzione soggetto: partito politico

Tipologia stereotipi: Consapevole nei contenuti in quanto la protagonista è una donna.

10.      Evento Casa Pound contestato

Area tematica: politica

Contesto di pertinenza:locale

Presentazione notizia: donna

Soggetto notizia: collettivi

Funzione soggetto: movimenti politici

Tipologia stereotipi: Ininfluente. Si rileva l’uso del linguaggio istituzionale di genere (assessora, La vicepresidente) e che 2 su 3 delle persone intervistate sono donne.

11.      Rapina a Mottola

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: lettura della conduttrice

Soggetto notizia: maschi/femmine

Funzione soggetto: criminali e vittime

Tipologia stereotipi: Sottili. Si rinforza il ruolo dell’uomo padrone di casa e capofamiglia

12.      Stalking a taranto

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza:locale

Presentazione notizia: lettura della conduttrice

Soggetto notizia: un uomo e una donna

Funzione soggetto: persecutore e vittima

Tipologia stereotipi: Palese nei contenuti ma ininfluente nella presentazione

13.      Ritrovamento cadavere in decomposizione a Merino (le)

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: femmina

Soggetto notizia: uomo

Funzione soggetto: deceduto

Tipologia stereotipi: ininfluente

14.      Evasione fiscale a Torre San Giovanni

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: lettura conduttrice

Soggetto notizia: donna

Funzione soggetto: proprietaria attività

Tipologia stereotipi: ininfluente

15.      Convegno dieta mediterranea a Ceglie Messapica

Area tematica: costume

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: donna

Soggetto notizia: associazione

Funzione soggetto: promotore convegno

Tipologia stereotipi: Genere nascosto. quando si parla di del rapporto col territorio non si fa riferimento a cittadini e cittadine; viene dato spazio agli interventi degli ospiti istituzionali maschili, pur essendo donna la presidente dell’ente promotore.

16.      Contestazione a Bari delle politiche energetiche della regione

Area tematica: politica

Contesto di pertinenza: regionale

Presentazione notizia: donna

Soggetto notizia: uomini e donne

Funzione soggetto: movimento di contestazione

Tipologia stereotipi: Genere nascosto. Si fa sempre riferimento a manifestanti e cittadini al maschile, anche nelle inquadrature

17. Record a Gallipoli per un dj che suona a testa in giù

Area tematica: costume

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: donna

Soggetto notizia: uomo

Funzione soggetto: dj

Tipologia stereotipi: ininfluente

18. Concerto di beneficenza di Fabio Concato a Lecce

Area tematica: cultura

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: uomo

Soggetto notizia: uomo

Funzione soggetto: artista

Tipologia stereotipi: nascosto: si parla genericamente di bambini al maschile

Alle 23 tg flash, con conduttrice donna, che replica solo notizie di politica e sport:

24 ore di eventi per il movimento Regione Salento

convegno fondativo del movimento Rivoluzione Italia

Presentazione Io Sud

Partita del Lecce calcio

Partita Brindisi pallacanestro

NOTIZIARI DALLE VARIE PROVINCE

TgR- Taranto

19. Consiglio comunale a Taranto: all’odg referendum Grande Salento Area tematica: politica Contesto di pertinenza: regionale

Presentazione notizia: in diretta la cronaca di un giornalista uomo

Soggetto notizia: collettivo

Funzione soggetto: pubblica amministrazione

Tipologia stereotipi: Genere nascosto: sia le immagini sia i contenuti, non fanno mai riferimento alla prospettiva di genere, pur essendo in discussione uno strumento decisionale dal basso.

Palese: la cronaca degli interventi dei consiglieri è fatta con un elenco per cognomi dal quale non emerge il genere delle persone citate, distorsione posta in grande evidenza dalle immagini di repertorio cicliche, che rimandavano continuamente l’intervista a una donna.

20. Omicidio di Avetrana, nuovi testimoni

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: donna

Soggetto notizia: maschio/femmina

Funzione soggetto: testimoni inchiesta

Tipologia stereotipi: nascosto: ci si riferisce genericamente alla coppia come “i due fidanzatini” e alle persone coinvolte nella vicenda come i “protagonisti”, al maschile, pur essendo tristemente nota la connotazione femminile dell’accaduto; si rileva, inoltre il riferimento generico agli “inquirenti”.

21. Abusi a scuola

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: donna

Soggetto notizia: donna

Funzione soggetto: presunta criminale

Tipologia stereotipi: sottili: si parla genericamente di ragazzi; si usano appellativi maschile per l’inquirente donna, il “procuratore”

22. Processo contestata proprietà di una schedina vincente Area tematica: cronaca Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: lettura della conduttrice su immagini di repertorio

Soggetto notizia: maschio/femmina

Funzione soggetto: l’uomo acquirente, la donna venditrice

Tipologia stereotipi: Occasioni mancate. Pur essendo la cronaca pulita, per 2 volte ci si riferisce alle parti in causa declinando i sostantivi al maschile.

23. Arrestato pusher nella città vecchia a Taranto

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: donna

Soggetto notizia: uomo

Funzione soggetto: presunto criminale

Tipologia stereotipi: Nascosto. Si parla al maschile di acquirenti e minorenni.

24. Nomine per l’autorità portuale Area tematica: politica Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: lettura della conduttrice su immagini di repertorio

Soggetto notizia: Maschio

Funzione soggetto: politici

Tipologia stereotipi: Palese. Tra nominati e nominanti, ci sono solo uomini: stereotipo del manager maschio.

25. Arresti per furto di elettricità a Campomarino Area tematica: cronaca Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: lettura conduttrice su testimonianze video

Soggetto notizia: maschio

Funzione soggetto: presunti criminali

Tipologia stereotipi: Sottili. Il linguaggio utilizzato declina i sostantivi al maschile.

26. Sequestrati 2 cantieri con amianto a Martina Franca Area tematica: cronaca Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: lettura conduttrice su testimonianze video

Soggetto notizia: 2 uomini

Funzione soggetto: presunti criminali

Tipologia stereotipi: Ininfluente

27. Pareggio Taranto calcio

Area tematica: sport

Contesto di pertinenza:locale

Presentazione notizia: uomo

Soggetto notizia: uomini

Funzione soggetto: atleti

Tipologia stereotipi: Ininfluente

28. Vittoria Kraft- formazione Basket femminile

Area tematica: sport

Contesto di pertinenza: nazionale

Presentazione notizia: uomo

Soggetto notizia: donne

Funzione soggetto: atlete

Tipologia stereotipi: Palese. Il giornalista chiama le atlete con tono e vocaboli vezzeggiativi e intervista solo un uomo. Si rileva che, nella presentazione, la conduttrice non specifica il genere della squadra.

TgR – Brindisi

si apre con il sommario di un tg nazionale; conduce una donna

29. 26 arresti e 68 avvisi di garanzia per assenteismo nella ASL di Brindisi

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: uomo

Soggetto notizia: uomini e donne

Funzione soggetto: presunti criminali

Tipologia stereotipi: Nascosti. Ci si riferisce alle funzioni professionali al maschile. Inoltre ci si riferisce al maschile a un’inquirente donna.

30. Accordo comparto chimico

Area tematica: economia

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: donna

Soggetto notizia: uomo

Funzione soggetto: politico

Tipologia stereotipi: Palese. La notizia è tutta spostata sul ruolo di un solo uomo politico, il presidente della provincia. Inesistente l’analisi di contesto. Scarse le informazioni sull’accordo.

31. Evento enogastronomico

Area tematica: economia/costume

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: uomo

Soggetto notizia: uomini

Funzione soggetto: imprenditori

Tipologia stereotipi: Palese. Ci si riferisce al sistema imprenditoriale vitivinicolo in maniera insistentemente maschile; intervistati solo uomini.

Notizie di sport rimandate al programma di approfondimento sportivo in programmazione tra le 2 edizioni dei TgR

TgR – Lecce

Inizia con il sommario di un TG nazionale; conduce un uomo

32. Omicidio di Avetrana

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: donna

Soggetto notizia: donne e uomini

Funzione soggetto: testimoni, vittima e presunto criminale

Tipologia stereotipi: Ininfluente. Si rileva che nella presentazione del conduttore, lo spunto di 2 nuove testimonianze femminili diventa il pretesto per una lettura al femminile della vicenda, basata sugli intrecci familiari.

33. Incidente tra Monteroni e Porto Cesareo

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: donna

Soggetto notizia: 3 uomini

Funzione soggetto: vittime

Tipologia stereotipi: Sottili. Fino alla presentazione fotografica delle vittime, il linguaggio genericamente maschile non lascia comprendere se le vittime siano uomini o donne, tra le quali maggior risalto viene dato a uno di loro, in quanto padre di famiglia. Sempre genericamente ci si appella ad automobilisti, amici e parenti accorsi sul posto e si parla di una quarta persona coinvolta, poiché illesa, di cui si omettono generalità e genere.

34. Testimonianza ex moglie per omicidio Peppino Basile

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: donna

Soggetto notizia: donna

Funzione soggetto: testimone

Tipologia stereotipi: Ininfluente. Pur appellandosi alla famiglia sospettata chiamandoli “i Colitti”, nel racconto della testimonianza vengono esplicitate genere e relazioni tra tutte le persone citate. Anche qui la redazione si attiene ai verbali.

35. Arresti e 68 avvisi di garanzia per assenteismo nella ASL di Brindisi

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: uomo

Soggetto notizia: uomini e donne

Funzione soggetto: presunti criminali

Tipologia stereotipi: Genere nascosti. Ci si riferisce alle funzioni professionali al maschile. Le testimonianze video trasmesse sulla truffa si riferiscono a un donna e sono riprodotte per ben tre volte.

36.  Geometra indagato per i crolli dell’Aquila

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: nazionale

Presentazione notizia: uomo

Soggetto notizia: uomo

Funzione soggetto: presunto criminale

Tipologia stereotipi: Ininfluente

37. Caso di pedofilia a Lecce

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: uomo

Soggetto notizia: un uomo, 2 bambine

Funzione soggetto: presunto criminale, vittime

Tipologia stereotipi: Palese. Viene stigmatizzato il contesto della separazione “della madre” delle vittime, reiterando l’idea che nel divorzio la donna venga automaticamente meno alle funzioni di cura che la definiscono.

38. Incendio in una concessionaria di Lecce

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: donna

Soggetto notizia: neutro

Funzione soggetto: //

Tipologia stereotipi: Sottili. Si fa riferimento in maniera genericamente maschile a lavoranti, residenti, forze dell’ordine, vigili urbani; il tutto sottolineato da immagini che non includono donne, a confermare che una concessionaria sia un luogo maschile.

39. Salta incontro romano tra SIRTI e comune di Lecce per filobus

Area tematica: politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: uomo

Soggetto notizia: uomini

Funzione soggetto: politici

Tipologia stereotipi: Nascosti. I protagonisti della vicenda sono tutti uomini e gli stralci di approfondimento proposti ospitano solo uomini; pur trattandosi di servizi pubblici e beni comuni, risulta disattesa la prospettiva di genere.

40. Bilancio comunale Lecce

Area tematica: politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: donna

Soggetto notizia: uomini

Funzione soggetto: politici antagonisti

Tipologia stereotipi: Nascosti. Nella disputa politica si perde la priorità dei beni pubblici e la loro integrazione con le politiche di genere. Si rileva il tono paternalistico, da risolutori provvidenziali, con cui i due contendenti dibattono.

41. Rilevatori per la sicurezza stradale

Area tematica: politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: uomo

Soggetto notizia: uomo

Funzione soggetto: politico

Tipologia stereotipi: Palese. Anche in questo caso è tutto sbilanciato sul personalismo dell’amministratore, con scarse informazioni sull’azione amministrativa.

42. Conversione proprietà mafiosa in struttura per l’infanzia, LiberaIlBene

Area tematica: governo

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: uomo

Soggetto notizia: collettivo

Funzione soggetto: amministrazione locale

Tipologia stereotipi: Nascosti. a parte i consueti maschili pseudo-neutri, si rileva la connotazione patetica del servizio, con il giornalista protagonista, e le inquadrature ad alto impatto emozionale.

43. Targa per il padre costituente Pisanelli- con intermezzo sul consiglio comunale di Taranto

Area tematica: storia/costume

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: uomo

Soggetto notizia: uomo

Funzione soggetto: personaggio storico

Tipologia stereotipi: Ininfluente

44. Patto dei sindaci sul CO2, convegno a Salve

Area tematica: governo

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: uomo

Soggetto notizia: uomini

Funzione soggetto: politici, esperti

Tipologia stereotipi: Palese. Si reitera la connotazione maschile della politica, sottolineata dalle immagini in cui non compaiono donne.

45. Presidente ad interim CONFINDUSTRIA Lecce

Area tematica: politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: conduttore su immagini di repertorio

Soggetto notizia: uomo

Funzione soggetto: imprenditore/presidente

Tipologia stereotipi: Ininfluente

46. Sbarco clandestini a Santa Maria di Leuca

Area tematica: politica

Contesto di pertinenza: locale/internazionale

Presentazione notizia: lettura conduttore su testimonianze video

Soggetto notizia: neutro ma declinato al maschile

Funzione soggetto: immigrati

Tipologia stereotipi: Nascosti. Non si specifica quante donne e quanti uomini fossero

47. Presentazione consiglio comunale dei ragazzi -UNICEF

Area tematica: politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: uomo

Soggetto notizia: donne, ragazzi/e

Funzione soggetto: organizzatrici, destinatari/e

Tipologia stereotipi: Sottili, per l’uso del maschile per il plurale e per la presenza quasi esclusivamente femminile rilevata nelle immagini.

48. Evento “Promessi Sposi” a Galatina

Area tematica: costume

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: uomo

Soggetto notizia: uomini

Funzione soggetto: organizzatori

Tipologia stereotipi: Palese. L’aspetto economico è trattato da uomini; le immagini del pubblico sono quasi esclusivamente femminili

EDIZIONE 23.00, dalla redazione di Lecce, stesso conduttore

Omicidio di avetrana: stesso servizio

Omicidio Basile: stesso servizio

Assenteismo alla ASL di Brindisi: stesso servizio

49. Sentenza operazione nascondino a Maglie, spaccio di droga

Area tematica: cronaca

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: uomo

Soggetto notizia: uomini e donne

Funzione soggetto: condannati

Tipologia stereotipi: Ininfluente

50.Udienza processo di Rosanna di Bello, ex sindaca di Taranto

Area tematica: politica/cronaca giudiziaria

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: uomo

Soggetto notizia: donna

Funzione soggetto: politica

Tipologia stereotipi: Ininfluente; anche qui la scelta è per una asciutta cronaca processuale.

Salta incontro romano SIRTI- comune di Lecce: stesso servizio

Bilancio di Lecce: stesso servizio

Rilevatori sicurezza stradale: stesso servizio

51. Aggiornamento dal consiglio comunale di Taranto

Area tematica: politica

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: uomo

Soggetto notizia: collettivo

Funzione soggetto: governo

Tipologia stereotipi: Ininfluente. Questa volta, l’elenco per soli cognomi degli interventi, è stato sottolineato dall’uso delle immagini, così ogni consigliere ha avuto volto e genere; rimane il desolante spettacolo di sole 5 donne in consiglio, tre delle quali, come si evince dal resoconto, tra le più battagliere della serata.

52. Commenti di Movimento per il Referendum nell’ambito del Consiglio Comunale di Taranto Area tematica: politica Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: lettura del conduttore su immagini di repertorio

Soggetto notizia: 2 uomini

Funzione soggetto: coordinatori

Tipologia stereotipi: Ininfluente, sempre considerando la debolezza del linguaggio politico- istituzionale nel parlare dei e ai cittadini, col plurale maschile pseudo-neutro

53. Sciopero per blocco internalizzazioni davanti alla sede della Regione

Area tematica: politica- economia

Contesto di pertinenza: regionale

Presentazione notizia: lettura del conduttore senza immagini

Soggetto notizia: uomini e donne

Funzione soggetto: contestatori/trici

Tipologia stereotipi: Nascosti. Ci si riferisce alle funzioni professionali al maschil

54. NOTIZIA: riqualificazione Specchiolla

Area tematica: governo- ambiente

Contesto di pertinenza: locale

Presentazione notizia: uomo

Soggetto notizia: maschio

Funzione soggetto: Politici del territorio

Tipologia stereotipi: Ininfluente. Si rileva la esigua informazione sul progetto, anche questo servizio è sbilanciato sulla pubblicità agli amministratori.

SINTESI

Le notizie presentate nel corso delle due giornate prese in esame sono 54, quasi esclusivamente di contesto locale.

Il maggiore spazio viene dato alla cronaca, soprattutto giudiziaria, seguito da politica, economia, costume e tematiche relative al sociale. Non vi sono notizie relative ad ambiente e società che non siano legate a vicende amministrative o giudiziarie.

La suddivisione delle notizie presenta una pari attribuzione a giornalisti maschi e femmine (27), anche se differisce l’attribuzione delle aree tematiche (prevalenza di uomini nella politica e di donne nella cronaca, più o meno equamente distribuiti nelle altre notizie)

Per quanto riguarda l’analisi relativa al genere di appartenenza dei soggetti della notizia, si rileva una quasi esclusiva presenza di soggetti maschili nei diversi ambiti di informazione (23): le donne, pur non essendo presentate quasi mai come soggetti stereotipati e in contesti di pertinenza comunemente ritenuti femminili, sociale e costume, risultano meno presenti. Se, da un lato, sono quantitativamente e qualitativamente valorizzate nelle notizie di politica- dove il loro ruolo attivo è sottolineato sia dai testi sia dalle immagini- si rileva che, su 11 servizi di politica, solo 4 volte è usato l’artificio di alleggerimento dell’inquadratura della bella donna-, forse perché tali notizie sono affidate a donne, spariscono del tutto nelle vicende economiche, sia come agenti sia con narratrici.

Le notizie presentate sono per la maggior parte relative all’ambito locale/regionale, essendo, addirittura, l’edizione del lunedì, divisa in tre redazioni provinciali. A tal proposito, si nota una netta differenza tra le edizioni domenicali, affidati alla redazione centrale, e quelle feriali nella presentazione dei generi. La notizie della redazione centrale sono quasi tutte presentate da donne e hanno uno stile pulito, e laconico, sia per la redazione dei servizi sia per la loro resa video. Nei servizi di cronaca, laddove, peraltro, viene scelto preferibilmente il lancio veloce della notizia da parte delle conduttrici su immagini di repertorio, ci si attiene pedissequamente ai verbali degli inquirenti; l’attenzione al fatto, in assenza di interpretazione e contestualizzazione, incide sulla riproduzione degli stereotipi sottili/nascosti che, di fatto, quando non siano sottolineati da immagini video, si riducono a ininfluenti (20 su 54).

GLI STEREOTIPI DI GENERE NASCOSTO E GLI STEREOTIPI SOTTILI

Gli stereotipi sottili sono 6, ed attribuibili quasi esclusivamente all’uso dei nomi collettivi che, soprattutto in riferimento a ruoli economici e sociali o relazioni parentali sono declinati al plurale maschile.

La preponderanza degli stereotipi nascosti (14), rispetto a quelli sottili, è dovuto soprattutto alla relazione tra testi e immagini che, per esempio, nel trattare di convegni di politica, hanno una resa equilibrata del genere dei partecipanti .

GLI STEREOTIPI PALESI

Sono, invece, ben 11, le notizie che riproducono stereotipi palesi: riguardano per gran parte la sparizione delle donne dalle notizie di economia, il cui risvolto della medaglia è la riproposizione dello stereotipo del politico e del manager, grandioso e munifico, con la sparizione di fatti e contesto. Altri 2 casi, riguardano l’accento posto sui contesti famigliari ,come nella notizia di pedofilia a Lecce, viene rimarcata la presenza di una madre separata, situazione presentata come favorevole per il genere di reato.

IL GENERE CONSAPEVOLE

L’unica notizia classificata come tale riguarda la politica ed attiene alla presentazione del Movimento “Io Sud”

LE OCCASIONI MANCATE

Le notizie attribuite a questa classificazione: la prima è riferita ad un fatto di cronaca in cui, nel raccontare l’accaduto, non si intuisce l’appartenenza al genere dei soggetti coinvolti; la seconda riguarda ancora la cronaca riferita ad una contestazione di schedina vincente in cui esiste un soggetto maschile ed uno femminile:

Pur essendo la cronaca pulita, per 2 volte ci si riferisce alle parti in causa declinando i sostantivi al maschile.

GRAFICI DI SINTESI TELERAMA

CONCLUSIONI

La domanda posta dall’analisi: riescono le emittenti pugliesi a far transitare, attraverso l’informazione, modelli coerenti con la nuova identità di genere oppure, al contrario, continuano a trasmettere una rappresentazione femminile ancora ispirata a stereotipi e modelli stantii?

Quattro i punti rilevanti:

1. Il primo dato, macroscopico, è quello che riguarda la presenza. Le donne sono risultate, in linea generale, fortemente sottorappresentate nelle notizie. Questa sottorappresentazione si esprime con una bassa percentuale di presenza di donne nei notiziari, siano esse le protagoniste delle storie raccontate o persone intervistate a vario titolo. Quali le conseguenze?

La bassa presenza femminile nel mondo dell’informazione restituisce un’immagine irreale del contributo di uomini e donne alla costruzione sociale e condiziona il perpetuarsi di modelli femminili che spingono a fare riferimento privilegiato ad altri ambiti di espressione come quelli legati allo spettacolo e all’intrattenimento leggero. Le donne hanno si, una qualche visibilità come giornaliste e/o conduttrici dei TG, ma questo dato non sembra incidere in maniera significativa nei confronti della sottorappresentazione.

2. Il secondo dato da sottolineare è quello che riguarda l’autorevolezza femminile. Come autorità o esperte le donne non appaiono quasi mai nell’informazione. Nella maggioranza dei casi, la visibilità femminile dipende dal coinvolgimento diretto nei fatti di cui si narra. Non è così per gli uomini che risultano inclusi nell’informazione anche quando non sono protagonisti diretti degli eventi di cui si dà notizia. Il dato fa ancora più impressione se si pensa che si registra un coinvolgimento basso di esperte anche dove i temi sono di prevalente interesse femminile (la maternità, ad esempio). Anche qui non mancano le conseguenze in termini di modelli di riferimento: se neppure sugli argomenti di cui una donna ha esperienza diretta viene rappresentata autorevolmente la voce femminile, questo finirà per suggerire una omologazione ad un unico modo (maschile) di pensare se stesse e il mondo.

3. Manca un punto di vista di genere sulle questioni importanti. Il punto di vista delle donne è raramente presentato sulle questioni che dominano l’agenda del media come l’informazione politica e l’economiaGli uomini primeggiano nelle notizie riguardanti l’Economia, con una presenza decisamente superiore a quella femminile. Questo dato quantitativo si coniuga spesso con un altro, più strettamente qualitativo: le donne risultano, nel complesso, meno rappresentate sotto il profilo professionale o di status sociale rispetto agli uomini. La conseguenza più immediata è perpetuare l’idea che nelle cose che davvero contano (politica ed economia, appunto) non esiste la possibilità di un altro punto di vista, un punto di vista “differente”. Si riafferma così, più o meno consapevolmente che per avere potere una donna ha solo due alternative: adeguarsi all’ordine corrente o rinunciare ad agire. Non c’è in gioco la possibilità di creare valore a partire da sé, dal proprio genere.

4. Permane una visione sessista della figura femminile. Sono ancora presenti palesi rappresentazioni stereotipate del femminile. Il sesso e il crimine sono i classici mondi di riferimento dello stereotipo. La donna in posa sexy sulla moto in esposizione per illustrare la crisi delle vendite è noiosa ripetizione di un’immagine stantia: l’ammaliatrice, spalmata sul cofano, pezzo integrante della macchina, carrozzeria umana. Come del resto le donne incluse prevalentemente in articoli o servizi di cronaca che riguardano criminalità e violenza sono traccia resistente ed indicativa di una sensibilità dell’informazione stereotipata verso le donne del “male”: l’assassina, la complice. Ultimo dato che vale la pena di segnalare è la non sostanziale differenza di approccio al tema da parte delle sei emittenti prese in esame. Sono presenti differenze di sensibilità ma nessuna realtà fra quelle esaminate sembra capace di far transitare modelli realmente nuovi e rispettosi del cambiamento in atto. Riprendiamo l’obiettivo dell’indagine: far convergere gli strumenti globali e le pratiche locali in un’ottica d’informazione sempre più attenta ed orientata al genere, creando una consapevolezza nei media di quanto sia determinante il loro ruolo nella costruzione di ruoli sociali delle donne e degli uomini.

Le prime azioni da progettare sono certamente quelle adatte a porre rimedio ai nodi che l’indagine ha sottolineato, vale a dire:

•            riequilibrare la presenza femminile rispetto a quella maschile, per quantità ma anche e soprattutto per qualità di interventi;

•            stimolare l’attenzione a scegliere più figure femminili autorevoli, moltiplicando i modelli positivi da offrire a ragazzi e ragazze;

•            sviluppare attenzione a ricercare un punto di vista femminile anche sulle questioni da sempre appannaggio degli uomini come l’economia e la politica

•            spingere a riconoscere ed evitare scivolate anacronistiche e dannose verso la donna-caricatura, la donna-fantasia partorita dall’immaginario maschile.

Questo rappresenta un primo livello di avanzamento dello stato delle cose. Ma può non essere sufficiente. Non basta una buona intenzione ad agire in questa direzione perché qualcosa davvero cambi. Non siamo abituati a pensare in termini di ‘differenza’.  Perché questo accada in maniera incisiva è necessario sviluppare un programma di formazione alla cultura della differenza indirizzato a chi opera nella comunicazione, in modo da sviluppare una ‘competenza’ di approccio alle notizie rispettosa di entrambi i generi. Questa competenza è oggi l’anello mancante per una corretta rappresentazione dell’immagine femminile.

La formazione dovrebbe essere indirizzata sia agli uomini che alle donne perché, anche se in misura diversa, anche le donne si fanno spesso portatrici di valori ispirati ad un pensiero maschile. C’è un universo simbolico, invisibile e potente, che va svelato e conosciuto. Nella lingua parlata così come in quella delle immagini. C’è infatti un altro elemento importante da tenere fortemente presente quando si parla di informazione televisiva: i media agiscono sempre su un doppio livello. Le immagini televisive sono il risultato potente di contenuti testuali ed elementi simbolici. E’ questo a renderli strumento così potente e invasivo del nostro immaginario.

Un telegiornale non è mai solo una sequenza di notizie e di chi le esprime; bisogna tener conto anche della lingua delle immagini. Questo vale in particolar modo quando si analizza il mondo dell’informazione, proprio perché apparentemente il più oggettivo, il più indicato a raccontare la realtà attraverso fatti, accadimenti. A livello consapevole sembra tutto racchiuso nel testo della notizia ma, potentemente e invisibilmente agiscono anche le immagini e le sequenze scelte ad illustrare la notizia, fissandosi nell’immaginario collettivo di uomini e donne e condizionandone giudizi e comportamenti. Dunque, perché davvero transitino modelli coerenti con i cambiamenti che investono l’universo femminile è necessario dotare degli strumenti necessari a riconoscere e veicolare il cambiamento coloro che operano nell’informazione, sia nei ruoli più legati alla redazione e al commento delle notizie che nei ruoli di squisita responsabilità tecnica.

Una strada consigliata e percorribile potrebbe essere quella di creare un’area test. Vale a dire stimolare una o più emittenti ad organizzare un percorso formativo all’interno dell’azienda, indirizzato ad operatori/trici dell’informazione; progettare una conseguente azione di monitoraggio ed una successiva fase di analisi dei risultati in termini sia qualitativi, vale a dire di più adeguata rappresentazione femminile, che in termini quantitativi, vale a dire di audience. Verificare ed esplorare il nesso fra adeguata rappresentazione femminile e gradimento potrebbe dare indicazioni utili su come avviare in maniera efficace il processo di cambiamento auspicato: i media più consapevoli e capaci del loro ruolo nella costruzione di modelli sociali di donne e uomini.