Giorgia Bordoni

Pubblicato il Pubblicato in Giorgia Bordoni, Indice degli autori

Giorgia Bordoni è Dottore di ricerca in Filosofia Moderna e Contemporanea. Collabora con la cattedra di Estetica presso il Dipartimento di Filosofia de “La Sapienza” Università di Roma, dove si è laureata con una tesi sul pensiero del filosofo francese Jacques Derrida, per poi proseguire gli studi di dottorato a Napoli, presso il SUM (Istituto […]

Il corpo erotico de-sidera

Pubblicato il Pubblicato in Giorgia Bordoni, n. 6 Corpo Eros & Fake

Corpi e Sessualità – Il corpo dilaga. Macchia fluida e disaggiustata, il corpo resta come espansione ed esondazione oltre gli argini del suo perimetro fisico: un protendersi di escrescenze che giungono a lambire altri corpi. Il corpo è sempre in eccesso. Nell’impossibilità strutturale di cristallizzarsi in una forma delimitata entro confini che la rendano distinguibile da altre, il corpo cede da sempre alla sua più profonda vocazione a-dialettica.

Mitogenesi della violenza di genere nel linguaggio dei media

Pubblicato il Pubblicato in Giorgia Bordoni, n. 5 Comunicazione e Media

Comunicazione e Mass Media, violenza di genere – Il linguaggio regge l’essere del mondo garantendo, attraverso il piano speculare di una semantica, l’espressione del suo conformarsi. La fenomenologia di un mondo – il mondo per come si manifesta all’attenzione di chi ne fa esperienza – deve dunque, al fine di raggiungere una concretezza e una certa materialità concettuale, essere stata tradotta a una stabilità strutturale genetico-teleologica e a dinamiche causali precise proprio mediante l’intervento di quello che si può definire un sovra-impianto trascendentale

La guerra dei corpi

Pubblicato il Pubblicato in Giorgia Bordoni, n. 4 Identità di Genere

Identità di genere – Gender Studies – È in corso di accadimento, dunque, una continua operazione di taglio che fende il corpo della donna e che in questo corpo reciso denuncia gli effetti di una più profonda e originaria privazione: quella del senso e del mondo, del diritto di partecipare alla formazione del linguaggio che esprime il senso del mondo in quanto opera di concertazione fra i sessi.