Ilaria Malagrinòsenza categoria

Ilaria Malagrinò

Ilaria Malagrinò
Dopo la laurea in Filosofia, conseguita presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, con voto 110/110 e lode, ha ottenuto il dottorato in Bioetica, SSD M-FIL/03, presso l’Università Campus Bio-Medico di Roma nel marzo 2016, discutendo un lavoro di ricerca sulla categoria di relazione in gravidanza, classificato come eccellente e raccomandato per la pubblicazione.
Attualmente è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università di Roma Tre e collabora con il progetto “Cultura Emocional e Identitad” dell’“Instituto Cultura y Sociedad” dell’Università di Navarra.
I suoi campi di ricerca vertono principalmente sulla gravidanza, sulla maternità, sulla corporeità e sull’intimità, indagati nel pensiero di Julia Kristeva, Luce Irigaray, Jaques Lacan e Michel Henry. L’obiettivo che si prefigge è quello di inquadrare tali categorie nel loro aspetto antropologico, al fine di mettere in evidenza le loro ricadute in ambito etico, bioetico e sociologico.
Ha maturato un’ampia esperienza di insegnamento e di tutoring presso le università di Roma Tre e del Campus Bio-Medico.
È membro del progetto “Embryo, Human Development & Society”, http://www.ehdas.org, coordinatore Francisco Güell Bs, BPh, MBIO, PhD, Università di Navarra.
È iscritta alla Società Italiana di Filosofia Morale.
È autrice di tre monografie: “Percorsi per un’etica dell’intimità”, Aracne, Roma 2020 (in corso di pubblicazione); “Alterità e relazione nell’esperienza della gravidanza. Dall’ermeneutica all’etica”, Orthotes Editrice, Napoli 2016; “Azione umana e libertà nel pensiero di Sciacca”, Edizioni Rosminiane Sodalitas, Stresa 2012.